23 agosto 2019

Sport

Chiudi

03.06.2019

Tre sberle al Molfetta, la salvezza è Real

Il Real Grisignano brinda alla salvezza conquistata. FABRELLO
Il Real Grisignano brinda alla salvezza conquistata. FABRELLO

Anna Fabrello GRISIGNANO Lieto fine per la tormentata stagione del Real Grisignano: dopo quattro estenuanti partite di playout le blaugrana capitanate da Gloria Prando possono finalmente festeggiare la permanenza in Serie A. Saranno ancora due quindi le formazioni vicentine che rappresenteranno la provincia di Vicenza nella massima serie del futsal in rosa italiano. Il verdetto è arrivato al termine di una partita pressoché dominata, com’era accaduto all’andata, dalla formazione guidata dal presidente Nilo Azzolin che ancora una volta concretizza meno di quello che potrebbe, ma porta a casa l’intera posta in palio, non lasciando dubbi sull’esito finale della doppia sfida. La prima frazione vede il Real Grisignano riversarsi nella metà campo avversaria sin dai primi minuti di gioco e presentarsi ripetutamente dalle parti di Liuzzo. Al 12' il primo legno del match viene centrato da Silva dopo tre tentativi consecutivi. È il preludio del gol blaugrana che arriva, finalmente, poco dopo: il cronometro segna il 14’ quando Troiano si avventa su un pallone vacante, il giocatore si presenta quindi a tu per tu con Liuzzo e batte il portiere avversario. Nella ripresa il monologo vicentino prosegue senza che Famà si trovi a gestire particolari pericoli e al 7’ un’azione travolgente che coinvolge Fernandez, Troiano e Ziero si conclude con il secondo gol blaugrana siglato proprio da quest’ultima. Sul 2-0 la formazione di Nilo Azzolin sembra pienamente padrona del campo e la pratica salvezza è cosa archiviata, ma le blaugrana non rallentano e continuano a divertire il pubblico di casa. Così, all’11, una bella azione personale di Ziero si conclude con un legno, ma l’entusiasmo è pronto ad esplodere due minuti più tardi quando Troiano cala il tris. Al triplice fischio dell’arbitro può quindi esplodere la festa delle vicentine che, con questo passaporto conquistato sul campo, anche il prossimo anno calcheranno i parquet più importanti d’Italia del calcio a 5 femminile. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Anna Fabrello
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1