17 giugno 2019

Sport

Chiudi

10.06.2019

VelcoFin, un patto d’amore Corno resta e guarda avanti

Il tecnico Aldo Corno: resterà ancora alla guida della VelcoFin
Il tecnico Aldo Corno: resterà ancora alla guida della VelcoFin

Corno resta. E sogna di fare il direttore tecnico. L'allenatore romano, che ha portato la VelcoFin InterLocks ai playoff ora si gode il meritato relax nella sua casa a Como. Ma lancia peró un appello alla città. «Questa società ha bisogno di aiuto per sopravvivere. Ha vinto di tutto e di più, ha una storia fantastica e merita di andare avanti». I tempi sono duri, si sa, e non sono mancati i momenti di difficoltà durante la stagione. «Qui le ragazze giocano tutte per la maglia, le ringrazio ad una ad una personalmente. La stagione – riavvolge il nastro Corno – è stata sofferta perchè partita con la scomparsa del presidente Concato che era un riferimento per tutti, soprattutto per me, lo considero un secondo padre. Prima di morire si raccomandó che la società continuasse a vivere. Fortunatamente gli sponsor ci sono stati molto vicini e il direttore generale Mario Bedin ha continuato a lavorare duramente. Anche in campo – prosegue l'allenatore – ci siamo dovuti arrangiare: le nostre due play titolari sono rimaste fuori quattro mesi e aver centrato i playoff è stata una mezza impresa per come si era messa inizialmente la stagione. Col Crema, al primo turno, abbiamo combattuto ma loro avevano piú cambi e competenze tecniche, poco da dire. La vittoria sull'Alpo Villafranca nell'ultima giornata resterà una delle soddisfazioni piú belle. La nostra – conclude Corno – è una squadra di grande cuore ma poco talento offensivo; invece la difesa, uno dei nostri cavalli di battaglia, è risultata una delle migliori del campionato». Ora è tempo di riposare. Ma occorre già impostare e programmare la prossima stagione, sempre in serie A2. «Io di sicuro saró ancora al timone e al mio fianco ci saranno Mario Bedin e Franco Dalla Chiara. Ho il sogno di fare il direttore tecnico un giorno ma ci vogliono i mezzi economici, a quel punto si puó puntare su un bravo allenatore giovane e costruire una formazione ambiziosa. Da quattro giocatrici per così dire vecchie, le cosiddette garanzie, ripartiró di sicuro: la capitana Lucia Ferri, Valentina Stoppa, Federica Monaco, Anna Colombo. In prima squadra troverà sempre piú posto la giovane Milena Mioni, una bellissima scoperta da valorizzare. Stiamo lavorando molto bene col settore giovanile e puntare su una formazione fresca, giovane sará l'indirizzo futuro della società». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marta Benedetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0