22 settembre 2019

Sport

Chiudi

15.08.2019

L’onda Orange travolge Vicenza Nel Syracuse show brilla Agbamu

La grinta di Quincy Guerrier, esplosiva ala di Syracuse. COLORFOTO
La grinta di Quincy Guerrier, esplosiva ala di Syracuse. COLORFOTO

Marea Orange a Vicenza: in un tardo pomeriggio meno afoso dei precedenti il pubblico ha potuto ammirare alcuni potenziali talenti da Nba allenati da una leggenda del basket a stelle e strisce. E le attese sono state ripagate, con un incontro piacevole per i tifosi dove Syracuse ha mostrato il motivo per cui è uno degli atenei più prestigiosi per la palla a spicchi. Subito spettacolo al palazzetto di via Goldoni: primo possesso e gli ospiti stampa con Hughes una schiacciata che fa alzare il pubblico dai seggiolini. Coach Boeheim non conosce il concetto di amichevole: schiera i suoi in difesa con il marchio di fabbrica, la zona 2-3, e si imbufalisce con Carey per un banale sfondamento come se in palio ci fosse il titolo universitario. Sa però anche apprezzare quando gli Orange, ieri in tenuta blu arancio, eseguono al meglio i dettami richiesti con uscite dai blocchi, backdoor e adattamenti difensivi che lo rincuorano. Una delegazione di supporter giunta da Syracuse intona cori per i propri beniamini, che prendono il largo nelle prime battute di secondo quarto. Nonostante il vantaggio sia ben oltre la doppia cifra, il tecnico statunitense non concede nulla ai suoi, soprattutto al figlio Buddy che per due volte pesta la linea meritandosi i rimbrotti; punto nel vivo, il 19enne a cavallo dell’intervallo dà vita ad uno show di triple meritando l’ovazione. In casa Oxygen brilla il giovanissimo Destiny Agbamu, una vera e molla nonché particolarmente educato al tiro: ha solo 16 anni, questo lungo della Nigeria tesserato per Bassano, il cui futuro pare decisamente florido. La ripresa è pura accademia: Syracuse cerca l’applauso con numerose schiacciate, i padroni di casa rispondono con una miglior vena nel tiro dalla distanza e con un’aggressività difensiva che si traduce in stoppate in serie soprattutto con il baby (classe 2005) Ndour. Nel finale l'attesa è tutta per capire se gli Orange oltrepassano o meno quota 100: missione riuscita con la tripla di Braswell a 50” dalla fine. Il punteggio recita 103-54 per gli statunitensi, che ricevono applausi e richieste di foto e autografi. Top scorer con 22 punti e meritato mvp della serata Boeheim jr, per i ragazzi guidati da coach Max Sonda la palma di più convincente va al talentuoso Agbamu. Più combattuta invece la seconda sfida, quella fra le nazionali di Costa d'Avorio e Paesi Bassi; la compagine africana, al centro delle cronache per la minaccia dei giocatori di boicottare l'imminente Mondiale a causa dei premi (circa 3.500 euro a testa) non pagati dalla federazione, parte forte con un buon gioco corale. Gli olandesi entrano in ritmo al tiro dalla seconda frazione, spingendo anche in apertura di ripresa ma gli africani, con un parziale di 14-2, si rimettono in testa rimanendovi sino al termine. L’apice dell'incontro è la super inchiodata a una mano di Bamba a inizio ultimo quarto. Nonostante Alberts cerchi di suonare la carica con cinque triple, finisce 66-60 per gli ivoriani. Stasera c’è il rematch alle 20 al PalaAngarano di Bassano. •

Alberto Vigonesi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
10
Ambrosiana
9
Union Clodiense Chioggia
8
Legnago Salus
8
Luparense
6
Campodarsego
6
Adriese
6
Feltre
6
Vigasio
6
Caldiero
6
Cjarlins Muzane
6
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Montebelluna
4
Chions
4
Villafranca Vr
4
Mestre
2
Este
2
Tamai
2
San Luigi
1
Adriese - Tamai
Belluno - Cjarlins Muzane
Caldiero - Montebelluna
Campodarsego - San Luigi
Cartigliano - Delta Rovigo
Chions - Feltre
2-3
Legnago Salus - Este
Luparense - Ambrosiana
Union Clodiense Chioggia - Vigasio
Villafranca Vr - Mestre