10 dicembre 2019

Sport

Chiudi

07.05.2019

Famila all’assalto Lo sbarco in Sicilia può fare la storia

La grinta della capitana Raffaella Masciadri in gara3. STUDIOSTELLA
La grinta della capitana Raffaella Masciadri in gara3. STUDIOSTELLA

Una settimana per fare la storia. Tre partite a disposizione per vincere il decimo scudetto, quello della stella. Il Famila va in scena a Ragusa dopo aver ottenuto il massimo possibile dal doppio impegno casalingo della settimana scorsa. Un 2-0 che era difficile da pronosticare visto l’ottimo stato di forma e il morale alle stelle con il quale la Passalacqua si presentava al PalaRomare. Invece le orange hanno sorpreso tutti: prima rimontando nel finale gara1 che sembrava appannaggio delle siciliane, poi dominando per 40’ gara2, giocata ai limiti della perfezione. Ora serve l’ultimo sforzo, probabilmente il più grande: espugnare il PalaMinardi, campo nel quale solo Venezia ha saputo vincere in stagione ormai il lontano 16 ottobre. Schio deve provare a ottenere il terzo decisivo successo già questa sera (palla a due alle 20.45, diretta su SportItalia) perché un’eventuale vittoria delle siciliane potrebbe far trovare loro la fiducia per riaprire la serie e prolungarla magari fino a gara5 come l’anno scorso. Per riuscire nell’impresa il Famila deve ripartire dal secondo tempo di gara1 e dai primi venti minuti di gara2, che hanno avuto in comune un’ottima difesa, costruita su un’alta aggressività sul portatore di palla e sulle linee di passaggio, intelligenti raddoppi di marcatura nelle giocate vicino a canestro e puntuali aiuti dal lato debole sulle penetrazioni delle esterne. Imprescindibile sarà poi anche una buona fluidità offensiva sperando che Lavender possa replicare le due ottime prove di mercoledì (15 punti e 7 rimbalzi) e venerdì (21 punti e 8 rimbalzi) e che Quigley riesca a fare la differenza con la sua qualità nel tiro dalla lunga. Prima delle analisi tecniche e tattiche, però, per vincere questa sera sarà indispensabile non dare Ragusa per spacciata. Pare improbabile infatti che le ragazze di Recupido regalino nuovamente 20’ al Famila; in questi quattro giorni di riposo hanno avuto modo di recuperare energie fisiche e mentali. Questa potrebbe essere l’annata giusta per vincere per la prima volta lo scudetto lontano dal Pasubio dal momento che la truppa di coach Vincent ha dimostrato, in stagione, di essere in grado di sbancare i parquet inviolati di mezza Europa. Nella speranza di vedere Schio vincere lo scudetto già questa sera, i tifosi orange si sono organizzati per seguire la partita assieme con due maxischermi: uno al Circolo Cattolico di Magré, l’altro all’oratorio dei Salesiani a Schio. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
38
Cartigliano
31
Legnago Salus
30
Mestre
29
Adriese
28
Ambrosiana
28
Feltre
27
Cjarlins Muzane
27
Union Clodiense Chioggia
26
Luparense
25
Delta Rovigo
24
Belluno
24
Chions
22
Este
22
Montebelluna
21
Caldiero
19
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
10
San Luigi
6
Caldiero - Campodarsego
1-1
Montebelluna - Union Clodiense Chioggia
1-1
Chions - Adriese
1-0
Delta Rovigo - San Luigi
3-1
Este - Cjarlins Muzane
2-3
Legnago Salus - Cartigliano
3-1
Mestre - Luparense
2-1
Tamai - Vigasio
0-1
Feltre - Ambrosiana
0-1
Villafranca Vr - Belluno
0-1