29 settembre 2020

Sport

Chiudi

14.01.2020 Tags: Atletica e Running

Un Tornado di nome Mélina abbatte 35 gare in due anni

Mélina Grosjean (Tornado Sport Team) impegnata in una gara di trail
Mélina Grosjean (Tornado Sport Team) impegnata in una gara di trail

Da due anni e mezzo un “Tornado” sta imperversando nel mondo del trail vicentino. Mélina Grosjean, 31 anni, atleta e militare francese, ha vinto le principali gare di corsa sui sentieri del Vicentino e dintorni: Ecorun Collis, Aim Energy Trail, Schio Night Jungle, Capitei, Bregonze, San Martino, Ultrabericus Winter sono solo alcune delle prove conquistate nel 2019 da Mélina, tutte con la maglia del Tornado Sport Team di Noale, lo stesso della campionessa mondiale di corsa in montagna Silvia Rampazzo. A tenere il conto dei successi in casa Grosjean è Ludovic, che con la moglie divide la passione per le corse in ambiente naturale. «Ne ha vinte 20 nel 2018 e 15 nel 2019; un po’ meno, perché siamo stati più all’estero», racconta. Il 2020, tanto per cambiare, è cominciato con l’ennesimo primo posto, stavolta sulla neve al trail della Lepre Bianca. Mélina, nata Clerc, capitano della gendarmeria francese nella regione di Parigi, è stata assegnata nell’agosto 2017 all’Eurogendfor, il cui comando si trova presso la caserma Chinotto in città; per raggiungerla a Vicenza Ludovic, già direttore commerciale di un salumificio, si è inventato un nuovo lavoro: agente di commercio per prodotti alimentari italiani sul mercato d’oltralpe: pasta fresca, burro, salumi e parmigiano reggiano. «Ho scelto alcune piccole aziende familiari e le aiuto a esportare i loro prodotti in Francia». Entrambi originari di Besançon, capoluogo della Franche-Comté, si sono conosciuto grazie al trail e sono convolati a nozze nel 2018. «Io ho giocato a calcio e correvo in mountain bike - dice Ludovic - mentre Mélina non faceva nessuno sport. Chi è più forte dei due? Lei in discesa, ma se c’è tanta salita posso batterla». «Mi piaceva camminare in montagna - aggiunge lei - poi ho cominciato a correre da sola e a fare gare di trail. Mi piace correre nella natura, è più motivante; bisogna stare attenti a dove si mette i piedi, ma è anche più divertente perché si riesce a godere dei paesaggi». Una corsa più libera, in tutti i sensi. «Non ho un programma, non ho un allenatore, quando finisco di lavorare esco con Ludovic e andiamo a correre a Monte Berico, a Costabissara o al Lago di Fimon. Mai sulla strada, o il meno possibile. Praticare il trail è anche un modo per fare turismo sportivo e scoprire posti nuovi, come Molvena grazie al Soldamare trail». Non chiedetele tempi o record personali. «Ho corso una volta i 10 km, intorno ai 39 minuti, ma senza allenamento specifico. Fare una maratona? Al momento non mi interessa, magari un giorno, più avanti.». Del trail amano anche l’“ambiente”, in particolare quello della gare italiane. «C’è competizione, è normale quando indossi un pettorale, ma abbiamo trovato anche molti amici e avversari di cui abbiamo rispetto e stima. Ogni gara è una festa e finisce con un pranzo. Per noi è stato anche un mezzo di integrazione. All’inizio non parlavamo neanche italiano». Vicenza? «Una bella città, ma ha molto traffico, forse perché abitiamo vicino alla circonvallazione con Mia, un levriero spagnolo di 11 anni. Ma il centro è bellissimo». «Per la mia carriera - aggiunge Mélina - a breve dovrò rientrare in Francia. Ma in futuro mi piacerebbe tornare a Vicenza. La seconda volta tutto sarebbe più facile». Le uniche scontente, probabilmente, sarebbero le sue avversarie. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Paolo Mutterle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Crema 1908
3
Caravaggio
3
Vis Nova Giussano
3
Sona
1
Breno
1
Casatese
1
Desenzano
1
Brusaporto
0
Cf Franciacorta
0
Ciserano
0
Fanfulla
0
Real Calepina
0
Scanzorosciate
0
Seregno
0
Villa Valle
0
Ponte San Pietro
0
Tritium
0
Nibionoggiono
0
Breno - Sona
1-1
Desenzano - Casatese
0-0
Caravaggio - Ponte San Pietro
2-1
Crema 1908 - Nibionoggiono
3-1
Tritium - Vis Nova Giussano
0-1
Brusaporto - Cf Franciacorta
Real Calepina - Fanfulla
Seregno - Scanzorosciate
Villa Valle - Ciserano