19 agosto 2019

Sport

Chiudi

24.06.2019

Skylakes, vittoria del cuore Felicità Bacchion e Felderer

L’arrivo a Laghi di Annalise Felderer. FOTO DAVIDE FERRARI /  SKYLAKES
L’arrivo a Laghi di Annalise Felderer. FOTO DAVIDE FERRARI / SKYLAKES

Chiara Renso LAGHI Alla Skylakes si vince con il cuore e con le gambe. L’edizione 2019 della skyrace nel paese più piccolo del Veneto ha incoronato Gabriele Bacchion (Tornado) e Annelise Felderer (LF Sarntal). La seconda tappa del circuito La Sportiva Mountain Running Cup ha registrato la presenza di atleti di spessore che hanno dato vita, al maschile, ad una gara molto combattuta, decisa nell’ultima discesa. Ben 419 gli atleti al via della quarta edizione della Skylakes che ha riconfermato il tracciato di 21 km e 1550 d+, inaugurato lo scorso anno. La testa della corsa ha viaggiato sotto al record del percorso di 1h59’21 di Luca Cagnati fino alla prima asperità del monte Maggio ma nella seconda parte il duo, formato da Bacchion e Daniel Antonioli non è riuscito a mantenere quel ritmo. Nell’ultimo tratto in discesa il 24 enne di Cassano Magnago è riuscito a staccare il più quotato Antonioli, terzo nel 2018, chiudendo in 2h03’33. «Una bellissima gara- commenta il vincitore- organizzata molto bene. Antonioli pagava il fatto di aver fatto una gara incredibile la scorsa settimana, quindi vedremo la prossima. Ho approfittato dello stato di forma altalenante dei miei avversari che avevano gareggiato già molto, io ho saltato la settimana scorsa e sto bene». A due chilometri dalla fine il trentino Daniele Andreis riesce a sopravanzare Martin Stofner, vincitore nel 2016. Il veronese Francesco Lorenzi (Vicenza Marathon) festeggia i 36 anni con il quinto posto. I migliori vicentini al traguardo sono stati i portacolori del Tornado, Mirko Cocco (2h16'24) e Jacopo Piazza (2h17'14). L’altoatesina di Sarentino Annelise Felderer passa per prima al Gran Premio della Montagna collocato al monte Maggio e si trova sola al comando della gara che completa in 2h35’02, abbassando il tempo ottenuto nel 2018 da Daniela Rota, ieri. La vincitrice è giunta seconda alla Ledro Skyrace, prima tappa del circuito, dietro a Francesca Rusconi, quarta a Laghi. Argento per Paola Gelpi, staccata di oltre 5’. La Skylakes ha corso anche a favore di Team For Children devolvendo parte delle quote all’associazione per supportare il progetto “La Casa delle Favole”. Gli organizzatori, da sempre attenti al territorio, al sociale e alla promozione dello sport vero, hanno riproposto il mini trail che ha visto la partecipazione di una settantina di bambini dai 7 ai 12 anni guidati dall’apripista Francesco Rigodanza. •

Chiara Renso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1