17 novembre 2019

Sport

Chiudi

24.09.2019

Si infortuna e non può più saltare È in finale scudetto nei 400 metri

Il rosatese Alessandro Franceschini impegnato nei 400 con la maglia della Biotekna Marcon, il suo clubIl 400ista con il tecnico Marcon
Il rosatese Alessandro Franceschini impegnato nei 400 con la maglia della Biotekna Marcon, il suo clubIl 400ista con il tecnico Marcon

Dal lungo ai 400 “grazie” a un infortunio. In quattro anni, sotto la guida di Mirko Marcon, Alessandro Franceschini ha abbassato il personale sul giro di pista di quasi sei secondi: dal 53”86 ottenuto da junior nel 2015 fino al recente 47”94 fatto segnare alla finale scudetto dei societari assoluti 2019 di Firenze con la maglia della Biotekna Marcon. Prima di dedicarsi ai 400 metri Franceschini è stato però un valido lunghista da 6.82 da junior, specialità nella quale ha sempre disputato i campioni italiani di categoria senza mai approdare in finale. La prima volta è arrivata proprio quest’anno nei 400 ai tricolori U23 di Rieti. «Ho dovuto abbandonare il salto in lungo - racconta Franceschini - dopo un infortunio in gara in seguito al quale il piede si era gonfiato. Gli accertamenti hanno evidenziato una microfrattura all’astragalo. Saltare mi faceva male mentre a correre non mi dava fastidio. Così ho cambiato disciplina evitando l’operazione». Nel suo primo anno da promessa era sceso sotto la barriera dei 50”, correndo in 49”76 per poi togliere un altro secondo, l'anno successivo, portandosi a 48”64. In questa stagione ha ritoccato più volte il personale prima delle due prestazioni stagionali sotto i 48” tra cui il 47”95 nelle batterie dei campionati assoluti di Bressanone, dove è risultato il primo degli esclusi dalla finale. «L’obiettivo di questa stagione - spiega il 21enne di Rosà - era centrare la finale agli italiani di categoria ed è stato raggiunto dopo gli indoor un po' sfortunati. In quell’occasione non sono riuscito a completare la batteria perché, a 50-60 metri dalla fine, in un contatti con gli avversari, ho avuto la peggio. Insieme al mio allenatore c’è l'’idea di provare i 400 hs data la ritmica e la base di ostacoli che possiedo. Da allievo ho gareggiato nei 110 hs ma dopo qualche caduta gli ostacoli non mi sono stati più molto “simpatici”. E per coprire la gara ai societari under 18 ho saltato 3.10 nell’asta» La scelta di dedicarsi ai 400 metri è scaturita in seguito a un test effettuato in pista, con la sorella Arianna a prendergli il tempo. Come molti velocisti (tra i quali l’azzurro Galvan) Franceschini proviene dal calcio. Ha giocato per sette anni da centrocampista, dopo aver provato nuoto e karate. «Ho abbandonato il pallone perché la squadra veniva divisa e io non avrei trovato molto spazio. Così ho deciso di mettermi in gioco in pista con l’Atletica Nevi». Franceschini studia economia a Venezia e nel weekend, oltre a gareggiare, lavora anche in pizzeria. E quando riesce un giro in moto non glielo toglie nessuno. •

Chiara Renso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
28
Cartigliano
28
Adriese
25
Luparense
21
Union Clodiense Chioggia
21
Legnago Salus
21
Cjarlins Muzane
21
Mestre
20
Feltre
20
Chions
19
Ambrosiana
18
Caldiero
17
Este
16
Belluno
15
Montebelluna
14
Delta Rovigo
14
Villafranca Vr
12
Tamai
7
Vigasio
7
San Luigi
6
Ambrosiana - Caldiero
Belluno - Cartigliano
0-2
Campodarsego - Adriese
Cjarlins Muzane - Villafranca Vr
Delta Rovigo - Feltre
Luparense - Legnago Salus
San Luigi - Mestre
Tamai - Montebelluna
Union Clodiense Chioggia - Chions
Vigasio - Este