22 luglio 2019

Sport

Chiudi

14.06.2019

Le dopolavoriste alle Olimpiadi europee

Johanelis Herrera, campionessa italiana dei 60 metri indoor. COLOMBOLaura Strati con la primatista italiana di salto in lungo Fiona May
Johanelis Herrera, campionessa italiana dei 60 metri indoor. COLOMBOLaura Strati con la primatista italiana di salto in lungo Fiona May

Una è la migliore lunghista azzurra in attività (la terza di sempre). L’altra è la donna più veloce d’Italia sulle brevi distanze e campionessa assoluta in carica dei 60 metri indoor. Tra i 179 sportivi selezionati dal Coni per i Giochi Europei in programma a Minsk, in Bielorussia, dal 23 al 29 giugno figurano la saltatrice Laura Strati (AV Brazzale) e la velocista Johanelis Herrera (Atletica Brescia), che da qualche anno vive e si allena in città sotto la guida di Umberto Pegoraro. Solo che mentre buona parte della pattuglia azzurra è composta da atleti e atlete professioniste, le due vicentine non possono definirsi tali, nonostante i risultati ottenuti. Strati risiede a Madrid dove ha lavorato come traduttrice e ora è in cerca di impiego mentre continua a studiare per perfezionare la conoscenza della lingua inglese e di quella tedesca, oltre allo spagnolo. La sprinter, quinta con la staffetta veloce azzurra ai Mondiali di Yokohama, lavora come impiegata in un’azienda metalmeccanica vicentina, occupandosi di marketing e pubblicità, gestendo i canali social e la newsletter aziendale. IL PROGETTO. Laura e Johanelis ci credono, ma non sono le sole. Oltre al sostegno dei loro club, le due campionesse possono contare sull’appoggio dell’associazione “Orgoglio del Riscatto”, nata dalla passione di appassionati imprenditori, ex atleti, dirigenti e tecnici di tutta Italia, che hanno deciso di dare vita a “Un Progetto per l’Atletica”. L’iniziativa è stata presentato da Stefano Mei, ex campione europeo dei 10.000, che si era candidato a presidente della Federazione nel 2016. Consiste in un sostegno concreto e fattivo per atleti di valore nazionale, già impegnati nel mondo del lavoro e militanti nella Nazionale azzurra, che però non possono ancora vivere da professionisti poiché non appartengono ai gruppi sportivi militari. Tra i beneficiari ci sono appunto Strati, cinque volte campionessa italiana assoluta di salto in lungo, ed Herrera, oltre al decatleta Simone Cairoli. Al fianco di tre campioni del presente se ne sono schierati altrettanti del passato: Fiona May, Francesco Panetta e Gaetano Erba. «Il sostegno che ci viene offerto - racconta Strati- è per lo più economico come spese mediche, fisioterapiche, è qualcosa di pratico, ma vuole lanciare un messaggio. Il supporto sarà notevole fino ai Mondiali di Doha che rappresenteranno uno step intermedio di verifica nella strada verso Tokyo 2020. Noi atleti potremmo disporre di un sostegno medico e di un monitoraggio costante della prestazione che prevede dei momenti di verifica e di test a Roma oltre che ad aiuto nella gestione della comunicazione e della relazione con media e sponsor». EUROPEAN GAMES. In Bielorussia debutterà l’atletica a più manche. A Minsk, la seconda edizione, dopo quella inaugurale di Baku nel 2017, dei Giochi riservati a sedici discipline sportive tra cui l’atletica leggera. Agli European Games 2019 si sfideranno 24 nazioni su quattro giorni di gare secondo il nuovo format Dynamic New Athletics (DNA) che prevede qualificazioni, quarti, semifinali e finale. Nove le prove in calendario, ciascuna delle quali si ripete in ogni turno: 100 uomini, 100 donne, 110 hs, 100 hs, alto uomini, lungo donne, giavellotto donne, 4x400 mista e “The Hunt”, la staffetta mista 800-600-400-200, dove le posizioni di partenza e i gap tra i vari team vengono stabilite sulla base dei punteggi dopo le prime otto gare. La gara di Minsk potrebbe essere l’occasione per ottenere lo standard per i Mondiali di Doha a cui Strati si è avvicinata con lo stagionale di 6.65 realizzato al Campo Perraro. Nella scorsa stagione Herrera aveva mancato per due centesimi il minimo per i 100 agli Europei di Berlino, ma era riuscita a parteciparvi con la staffetta. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

CH.RE.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0