25 agosto 2019

Sport

Chiudi

16.07.2019

I vicentini ballano con le stelle Grandi nomi al Città di Padova

La bicampionessa olimpica Fraser-Pryce sarà a Padova.   MUZZOLONAtteso anche Matteo Galvan
La bicampionessa olimpica Fraser-Pryce sarà a Padova. MUZZOLONAtteso anche Matteo Galvan

La grande atletica mondiale ritorna al Colbachini. Lo stadio padovano inaugurato lo scorso anno sarà teatro stasera del Meeting internazionale “Città di Padova” che prevede un fitto programma gare; il via dalle 17 con le prove giovanili e dalle 19 tocca i big. Gli appassionati potranno vedere in azione Shelly-Ann Fraser Pryce, la velocista giamaicana, vincitrice di 16 medaglie fra Olimpiadi e Mondiali e capolista stagionale dei 100 metri con 10”73 assieme alla connazionale Elaine Thompson. Tra le altre stelle del meeting spicca il nome di Mariya Lasitskene, detentrice di quattro titoli mondiali e tre europei con un personale di 2.06 nell’alto. Nei 400 attesa l’oro mondiale e olimpico Phyllis Francis mentre nel triplo sarà presente la venezuelana Yulimar Rojas, tre volte iridata nel triplo. Gli organizzatori hanno deciso di riportare il meeting a luglio per poter offrire un livello tecnico ancora più alto nelle gare, in cui molti degli atleti presenti troveranno un validissimo banco di prova in vista dei Mondiali di Doha, In gara anche gli azzurri vicentini Johanelis Herrera (Atl. Brescia), Ottavia Cestonaro (Carabinieri) e Matteo Galvan (Fiamme Gialle) mentre è in forse la partecipazione negli 800 di Elena Bellò (Fiamme Azzurre), reduce dal sesto posto agli Europei U23. Herrera, scesa quest’anno a 11”51, gareggerà nei 100 dove, oltre alla campionessa giamaicana, ci sarà la sprinter polacca Ewa Swoboda, oro europeo indoor dei 60. Nei 400 Galvan, che si presenta con lo stagionale di 46”51, incontrerà avversari del calibro di Machel Cedenio, oro mondiale con la 4x400 di Trinidad & Tobago a Londra, già a segno nel meeting di Lignano, e lo spagnolo da 44”73 Oscar Husillos. Cestonaro, argento ai Giochi del Mediterraneo con 14.05, è pronta a riscattarsi dal nono posto all’Universiade di Napoli e, a Padova, troverà le condizioni ideali per mettere a referto una misura importante dopo il nullo millimetri del San Paolo di 13.81. Oltre alla capolista stagionale Rojas saranno in pedana la cubana Liadagmis Povea (14.77), terza del ranking 2019, Olha Saladukha (14.99), oro mondiale e bronzo olimpico, la greca Papachristou (14.73), la portoghese Mamona (14.65), la spagnola Peleteiro (14.55) e la lituana Zagainova (14.43). •

Chiara Renso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1