19 ottobre 2019

Sport

Chiudi

31.03.2019

Galvan vuole abbattere il muro dei 45 secondi

  Galvan punta sia alla prova individuale che  alla staffetta 4x400
Galvan punta sia alla prova individuale che alla staffetta 4x400

Matteo Galvan al lavoro a Formia. È iniziato il primo raduno collegiale nazionale degli specialisti della velocità in vista delle World Relays di Yokohama (11-12 maggio), tappa fondamentale per la qualificazione ai Mondiali di Doha, che a loro volta valgono l’accesso diretto ai Giochi di Tokyo 2020, previsto per i migliori otto quartetti. I primi dieci quartetti maschili e femminili della 4x100 e della 4x400 si qualificheranno direttamente per la rassegna iridata di Doha in programma verso fine settembre. La novità di quest’anno è l’introduzione della 4x400 mista che si correrà già a Yokohama. Tra i convocati il vicentino Matteo Galvan (Fiamme Gialle), che ha deciso di concentrarsi direttamente sulla lunga stagione all'aperto con ambizioni legate sia alla prova individuale che alla staffetta 4x400. Potrà aggiungersi a questo gruppo anche il primatista italiano dei 60 Michael Tumi (Fiamme Oro) appena sarà al top della condizione. Il 18 aprile è in programma una gara a inviti a Grosseto come prova di efficienza per i velocisti e quattrocentisti, a cui farà seguito un secondo raduno dal 22 al 28 aprile a Roma. «Quest’anno la stagione è lunga- racconta il 30enne vicentino - ed è ricca di appuntamenti, Yokohama è il primo ed uno dei più importanti perché ci può aprire le porte per Doha. Ci avvicineremo per gradi all’evento a partire da questo primo raduno. La staffetta 4x400 sarà un mix di atleti esperti e di giovani innesti, così come è stato nella finale degli Europei di Berlino dove, però, non siamo riusciti a dimostrare il nostro valore. Quest’anno ho preferito evitare di gareggiare al coperto proprio per la lunga stagione che mi aspetta perché vorrei riuscire ad esprimere quello che valgo. Uno degli obiettivi è quello di abbattere il muro dei 45”». Nel 2018 il primatista italiano dei 400 aveva sfiorato la finale agli Europei di Berlino arrivando molto vicino al suo primato e record italiano di 45”12 risalente al 2016. Galvan aveva corso in 45”17 mancando di soli tre centesimi l’approdo alla finale. Finale disputata invece con la staffetta 4x400, insieme ai compagni di club e di allenamento, Davide Re e Michele Tricca Re, e a Edoardo Scotti, che giunge sesta con una grande frazione finale del vicentino. Era da tanto che l'Italia non disputava una finale con la staffetta. •

CH.RE
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
17
Luparense
16
Campodarsego
16
Adriese
15
Union Clodiense Chioggia
14
Caldiero
14
Ambrosiana
13
Legnago Salus
12
Cjarlins Muzane
12
Mestre
11
Feltre
10
Este
10
Vigasio
10
Belluno
9
Delta Rovigo
9
Chions
8
Villafranca Vr
8
Montebelluna
5
Tamai
3
San Luigi
1
Ambrosiana - Belluno
2-1
Montebelluna - Villafranca Vr
0-0
Cjarlins Muzane - Campodarsego
2-4
Delta Rovigo - Legnago Salus
2-0
Este - Chions
2-1
San Luigi - Adriese
1-6
Tamai - Cartigliano
2-2
Union Clodiense Chioggia - Luparense
1-1
Feltre - Caldiero
1-1
Vigasio - Mestre
1-2