22 agosto 2019

Sport

Chiudi

21.07.2019

Che bordata al “Brazzale”! Fabbri scaglia il peso a 20.99

Leonardo Fabbri con  Dal Soglio e il nuovo record. FOTO  ROBERTO PASSERINI  Fabbri in pedana. PASSERINI
Leonardo Fabbri con Dal Soglio e il nuovo record. FOTO ROBERTO PASSERINI Fabbri in pedana. PASSERINI

Leo Fabbri in forma strepitosa al Perraro. Venerdì sera l’attenzione del pubblico nella prima edizione del Meeting Brazzale organizzato dall’AV è stata catturata dalla gara del peso. Fabbri (Aeronautica) ha riscritto la miglior prestazione italiana under 23 con il nuovo primato di 20.99 e staccato il pass per i Mondiali di Doha. La nuova pedana, ben visibile dalle gradinate, ha reso il pubblico partecipe delle gesta del pesista fiorentino, già argento agli Europei U23, divenuto il terzo azzurro di sempre a meno di 30 centimetri dal suo tecnico Dal Soglio (21.23). Fabbri è stato autore di una serie sensazionale iniziata con 20.42 e seguita da 20.65, 20.45, 20.59, 20.99, e 20.79. «É stato bello gareggiare a Vicenza - ha commentato il 22enne-. Quando c’è bisogno di fare una buona misura è il contesto ideale. Ho fatto una buona serie di lanci ed è arrivata anche la punta». Grande soddisfazione anche per Dal Soglio. «Quando ho conosciuto Leo tre anni fa durante un raduno - racconta il campione di Poleo - mi sono accorto che aveva delle qualità, soprattutto nel finale di lancio, eccezionali. Ho iniziato a seguirlo a Bologna dallo scorso ottobre. Qui a Vicenza ho fatto le mie prime gare, sotto la guida dal mio storico allenatore Aldo Pedron; anche lui l’altra sera era presente per dare preziosi consigli». A incitalo anche l’ex azzurro del disco Diego Fortuna. Il Brazzale si è rivelato un ottimo test per Fabrizio Schembri, vincitore del triplo con il primato stagionale di 16.40. Al femminile la lituana Dovilé Dzindzaletaité mette a referto, al primo salto, la misura vincente di 13.72, davanti a Ottavia Cestonaro con 13.23. Negli 800 si impone il bronzo mondiale Amel Tuka in 1’46”21 davanti all’altro bosniaco Abedin Mujezinovic (1’46”60) e ad Enrico Brazzale (1'49”41). Ha destato un’ottima impressione negli 80 cadetti Yassin Bandaogo (Breganze) correndo in 8”99. EUROPEI U20. Michele Bertoldo si riscatta con la staffetta. Dopo il mancato passaggio alle semifinali nei 400 hs, il vicentino contribuisce alla qualificazione alla finale della 4x400 azzurra. Il quartetto è secondo in batteria in 3’11”49 dietro alla Spagna. Oggi alle 19.25 la finale. •

CH.RE.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1