19 settembre 2020

Sport

Chiudi

03.02.2020

Colombo: «Dobbiamo fare ammenda»

Il tecnico Alberto Colombo è perplesso dopo una gara soffertissima
Il tecnico Alberto Colombo è perplesso dopo una gara soffertissima

Mister Colombo si presenta in sala stampa, esibendo un sorriso amaro che contorna la sportiva ed obiettiva dichiarazione. Dopo tre risultati utili consecutivi, è arriva oggi la battuta d’arresto. «Non so cosa dire, dovrei solo tacere e stare zitto – inizia mister Colombo - perché dopo una sconfitta del genere dobbiamo solo fare ammenda. È stata una giornata totalmente negativa. Per cui al di la dell’assunzione di responsabilità da parte mia, bisogna catalogare questa partita tra quelle inserite tra le giornate storte e sbagliate. Lo ripeto faremo ammenda facendo tesoro degli errori commessi, al cospetto di una squadra importante. È comunque anche e solamente colpa nostra, perché ad esempio nel secondo tempo siamo stati proprio noi ad esaltare le qualità dell’Alto Adige lasciandogli quegli spazi vuoti che ne hanno esaltato le ripartenze ed i contropiede. Abbiamo commesso, partendo dal sottoscritto, degli errori perché queste cose non si possono concedere ad una squadra din qualità come è quella dei nostri avversari». Nell’ottica del campionato, il cui obiettivo è quello della salvezza, il dato che emerge è che questo Arzignano segna un po’ poco. Fino ad oggi non aveva comunque subito un così pesante passivo ed è una statistica che vuole dire qualcosa. «Questa è la sconfitta più pesante dopo quella di Trieste, anche lì c’è stato una battuta d’arresto di spessore. Per il resto posso dire che ce la siamo sempre giocata. Di sicuro, questa sconfitta sarà per noi d’insegnamento. È chiaro anche che i nostri punti salvezza non passano da queste partite, anche se è vero che da qualche parte dovremo andare a prenderli quelli che perdiamo per strada. La forza d’urto dell’Alto Adige è davvero notevole, ma bisogna anche ammettere che oggi questo potenziale è stato agevolato dal nostro atteggiamento. Come vedo l’Alto Adige? Sapevo già che è una squadra che può recitare un ruolo importante, gli manca forse l’ultimo step per ambire al primo posto. Dietro il Vicenza, comunque, questo Alto Adige può combattere contro chiunque». Ora ci sarà una settimana di lavoro per azzerare questa brutta sconfitta e cercare di inserire al meglio i nuovi arrivati dal mercato. Anche da questi inserimenti potrebbero arrivare nuove soluzioni per cercare di migliorare il rendimento e portare a casa importanti punti salvezza. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Prima Categoria - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
7 Comuni 1967
0
Alto Astico Cogollo
0
Arcugnano
0
Azzurra Sandrigo
0
B.p. 93
0
Berton Bolzano Vicentino
0
Due Monti
0
Dueville
0
Fc Valdagno
0
Grantorto
0
Grisignano
0
Le Torri Bertesina
0
Malo 1908
0
Pedemontana
0
Poleo Aste
0
Summania
0
Valli
0
Zane' 1931
0
Atalanta - Inter
0-2
Bologna - Torino
1-1
Brescia - Sampdoria
1-1
Genoa - Hellas Verona
3-0
Juventus - Roma
1-3
Lecce - Parma
3-4
Milan - Cagliari
3-0
Napoli - Lazio
3-1
Sassuolo - Udinese
0-1
Spal - Fiorentina
1-3