20 giugno 2019

Sport

Chiudi

24.03.2019

È la giovane Italia dei talenti Barella e Kean i migliori

Il gol dell’uno a zero di Nicolò Barella all’inizio del primo tempo
Il gol dell’uno a zero di Nicolò Barella all’inizio del primo tempo

L’Italia non segnava due gol dalla lontana partita con l’Arabia Saudita. Barella quasi subito aveva spianato la strada agli azzurri, ma dopo, salvo qualche vivace iniziativa di Kean, non si era visto molto. Nella ripresa lo juventino ha raddoppiato e la vittoria è sembrata più limpida. Mancini aveva detto che la sua squadra avrebbe fatto vedere gioco e gol e la promessa è stata (abbastanza) mantenuta. Anche se stavolta Bernardeschi, che pure ha partecipato alla manovra azzurra con continuità, non è stato efficace nella fase terminale dell’azione. I finnici non sono sembrati affatto scarsi, ma neanche dei fenomeni. Hanno sfiorato solo una volta il gol. Ma sarebbe stata una beffa, il pareggio. È quindi cominciato con una vittoria, il percorso azzurro delle qualificazioni europee. La fiducia c’era, ma fra il dire e il fare c’è stato sempre di mezzo... Il mare, rappresentato stavolta da un avversario, la Finlandia, meno «pellegrina» di quanto sembrava a prima vista. Certo non tutto è andato alla perfezione, ma quel che importava era cominciare col piede giusto e così è stato grazie ai gol di Barella e Kean. Sei punti si pretendevano e sei punti probabilmente saranno, considerato che martedì a Parma difficilmente gli azzurri ciccheranno la vittoria contro il Lichtenstein. Mancini, che alla vigilia aveva perso Florenzi e Chiesa, aveva trovato in Piccini e nel giovanissimo Kean, dei buoni sostituti e due valide situazioni per il futuro. Il centrocampo ha fornito una buona prestazione e, insomma, la nostra Nazionale ha dimostrato che i progressi mostrati nella fase finale della scorsa stagione, potranno portare lontano gli azzurri, anche se la prova di Udine non è stata eccelsa. La partita nel primo tempo è stata quasi costantemente in mano agli azzurri, con due o tre momenti in cui i finnici si sono spinti avanti senza concludere. Il gol di Barella è scaturito da una punizione di Biraghi da sinistra, su coi Sparv è intervenuto di testa respingendo: il centrocampista sardo di destro ha tirato forte e basso e la palla, deviata da Vasainen, si è insaccata sulla sinistra di Hradecky. Hanno tentato la conclusione anche Bernardeschi (due volte), Barella, Kean e Biraghi. C’è stato una intervento in area du Bernardeschi che ha destato qualche dubbio: forse era rigore, ma senza Var sono parole al vento. Nella ripresa gli azzurri hanno cercato ripetutamente il raddoppio. Ma anche la Finlandia s’è fatta avanti col suo cecchino Pukki, le cui polveri sono apparse però bagnate, salvo dopo un’ora di gioco quando ha sfiorato il pareggio. Un’azione Bernardeschi-Immobile non è stata sfruttata appieno e il pubblico ha invocato Quagliarella, un ex dell’Udinese. C’è stato un intervento su Immobile in area, un altro su Kean, poi è entrato Quagliarella e il pubblico è andato in estasi. Il sampdoriano ha timbrato l’incrocio dei pali. Comunque, sufficienti tutti in generale, ma le prove di Barella (il migliore), Kean e Biraghi sono state le più rilevanti. Specialmente lo juventino potrà essere una valida carta in più per l’attacco. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0