17 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

10.02.2020

Quando l’attualità del Goldoni è sempre di casa (nova)

Fasolo, Felicioli e Schierano in La casa nova FOTO DONOVAN CISCATO
Fasolo, Felicioli e Schierano in La casa nova FOTO DONOVAN CISCATO

BASSANO Un nuovo l’appuntamento con la Stagione Teatrale al Remondini, dove questa sera alle 21 andrà in scena La Casa Nova di Carlo Goldoni, per la regia di Giuseppe Emiliani, in una nuova produzione del Teatro Stabile del Veneto recentemente apprezzata a Thiene, con Piergiorgio Fasolo, Stefania Felicioli, Lucia Schierano e gli attori della Compagnia giovani dello Stabile Simone Babetto, Andrea Bellacicco, Maria Celeste Carobene, Eleonora Panizzo, Cristiano Parolin, Filippo Quezel, Federica Chiara Serpe e Leonardo Tosini. La storia ruota attorno a una costosa “casa nova”, tanto desiderata dai protagonisti della vicenda: Anzoletto e Cecilia, novelli sposi alle prese con un oneroso trasloco. Cecilia è capricciosa, amante del lusso, mentre Anzoletto è debole, incapace di opporsi alle pretese della consorte; ad osservare questa “strana coppia”, la “serva furba” Lucietta e la sorella di lui, Meneghina, anch’essa alla ricerca di una casa da condividere con l’amato Lorenzino. Attorno a queste due coppie ruotano nobili spiantati e scrocconi, che dispensano consigli su come arredare la casa, e a cui si contrappongono le curiose e pettegole sorelle Checca e Rosina, paladine – un po’ ipocrite – dei principî della borghesia. Sarà però, inaspettatamente, proprio Checca a provocare l’intervento del parente ricco, Cristofolo, che con saggezza e il proprio denaro riuscirà a sciogliere i nodi dell’intreccio. Ma sarà una soluzione solo momentanea, oppure definitiva? Una serata di grande teatro, tra comicità e critica sociale, per scoprire come un grande classico possa ancora parlare al pubblico di oggi. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1