17 luglio 2019

Spettacoli

Chiudi

13.06.2019

Weekender sotto le mura elettronica e tanta qualità

Frenetik & Orang3 saranno tra i protagonisti  sabato al Weekender
Frenetik & Orang3 saranno tra i protagonisti sabato al Weekender

Filippo Bordignon VICENZA È un gradito ritorno, dopo un anno di assenza, quello della festa rock Weekender nella suggestiva location sotto le mura storiche di viale Mazzini: dal oggi a domenica l’evento, organizzato dall’associazione From Disco To Disco e giunto alla sua terza edizione, proporrà in due stage una programmazione per buona parte incentrata sulle nuove leve dell’elettronica nazionale ma non solo: tra gli artisti di punta Frenetik & Orange, il cantautore Fulminacci e il pop di Venerus. Oggi si comincerà alle 18; la musica sul palco principale inizierà (come per ogni altra sera) intorno alle 18.30 con una scaletta di ben artisti: il dj salentino Populous, premiato nel 2016 come “Miglior artista” all’Italian Quality Music Festival; Emmanuelle, cantante di disco/dance nata in Brasile ma cresciuta a Miami; Alice Oceanicmood, dj del collettivo Cipria con una selezione di travolgente happy music. Domani l’apertura sarà sempre alle 18 e via a un cartellone che comprende Splendore, Enea Pascal e Foresta dal collettivo nato a Ivrea “Ivreatronic”, oltre al Gothic Romance Showcase con Munstac, Mogoloko e Gaz. Sabato apertura anticipata alle 17 e programmazione di grande spessore: in primis i Frenetik & Orang3, due produttori e polistrumentisti romani che hanno diviso palchi internazionali con nomi del calibro di Diplo e Chemical Brothers; il giovane ma talentuoso Venerus, forte di un Ep d’esordio, “A che punto è la notte”, accolto lo scorso anno dalla critica come una delle uscite emergenti più significative del 2018; col duo di producer Marquis si respira un R’n’B e hip hop dai richiami synth pop ben sintetizzato nel singolo “Senza freni”; Antares Color, classe ’83, è un dj cresciuto nel quartiere popolare Ponziana a Trieste forte di un talento consolidato a suon di dj battles in Italia e all’estero. Domenica 16 gran finale con apertura cancelli alle 13 e quattro nomi imperdibili: i nostrani Vertical e il loro funk psichedelico, il dj set di Maiole, il cantautorato in bilico tra elettronica e calore acustico di Nularse e infine Fulminacci, giovane cantautore romano (Classe 1997) spiazzante per versatilità e brillantezza. Ma Weekender non è solo musica: «Sarà presente una zona Handmade-Market e Vintage - evidenzia Massimiliano Trevisan di From Disco To Disco - una zona chill preparata da Aperitivo Al Verde, uno skate-park e la zona food. Ciò che ogni anno anima i volontari è il sentimento comune di costruire una situazione che non è solo strutturale, ma anche chimica, morale, fino a portarla al suo compimento, lasciando qualcosa nelle persone che in qualche modo ci sono passate». Ingresso variabile da 1 a 3 euro, in base a giorno e fascia oraria. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Filippo Bordignon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo