29 settembre 2020

Spettacoli

Chiudi

18.11.2019 Tags: Concerti

Una cascata di note al “Pedrollo” per il nuovo anno

Gli studenti del Dipartimento di Musica Jazz del Pedrollo
Gli studenti del Dipartimento di Musica Jazz del Pedrollo

Filippo Lovato VICENZA Nei giorni precedenti l’inaugurazione dell’anno accademico 2019 – 2020, la cui cerimonia si terrà sabato 23 novembre, il conservatorio di Vicenza ha organizzato una serie di concerti che impegneranno allievi dell’istituto e musicisti ospiti. Oggi alle 18 nella sala Pobbe si esibiranno gli studenti del Dipartimento di Musica Jazz del Pedrollo che hanno vinto la sezione jazz del Premio Nazionale delle Arti 2018-19, svoltasi nel conservatorio di Napoli. Sono Francesco Bordignon (contrabbasso) Fabio De Angelis (batteria) Lorenzo De Luca e Pietro Mirabassi (sax) e Riccardo Pettinà (piano). Dopo il concerto de I martedì al conservatorio di domani con il duo chitarristico Copiello Tedesco, in calendario ci saranno due concerti di musica antica, entrambi ospitati dalla chiesa di San Domenico annessa al Pedrollo. Il primo sarà mercoledì 20 alle 18 e coinvolgerà il Chroma Ensemble composto da Daniele Rodi, Federico Zaltron (flauti dolci), Argentina Becchetti (viola da gamba), Lisa Moroko, Nicola Lamon (clavicembali) che proporranno lavori di Frescobaldi, Cima, de Boismortier, Telemann e Sammartini. Nel secondo appuntamento, giovedì 21 alle 18, saranno le voci a essere protagoniste. Si esibiranno infatti alcuni cantanti dell’Università Nazionale di Musica di Bucarest, riuniti sotto il nome di Juvenes Beatitudine. Con loro suoneranno l’organista Lamon e la violista da gamba Becchetti. In programma, per lo più, arie e duetti del Sei – Settecento. I soprani Miruna Iancu e Georgiana Dumitru, i mezzi Maria Cuzub ed Emanuela Sălăjan, il baritono Cristian Ruja e il tenore Theodor Iliescu si avvicenderanno in lavori di Werner, Caldara, Eberlin, Bach, Monteverdi, Martinelli, Händel, Purcell e un canto bizantino. In chiusura Sonet del cinquantaduenne rumeno Grigore Cubaldu. Ingresso libero. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Filippo Lovato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1