25 giugno 2019

Spettacoli

Chiudi

10.04.2019

Radu Lupu dà forfeit Al suo posto la Hewitt con un piano tutto Bach

Angela Hewitt sarà questa sera al Teatro Comunale Città di Vicenza al posto di Radu Lupu, ammalato
Angela Hewitt sarà questa sera al Teatro Comunale Città di Vicenza al posto di Radu Lupu, ammalato

Filippo Lovato VICENZA Per motivi di salute il pianista Radu Lupu ha cancellato il concerto in programma al Comunale di Vicenza questa sera, penultimo appuntamento della 109 -esima stagione della Società del Quartetto. Sarà sostituito nella stessa data da Angela Hewitt, pianista canadese di fama internazionale. Il concerto inizierà alle 20.45. Lupu, costretto dai medici, ha annullato anche il concerto che avrebbe tenuto a Bologna il 12 aprile per la Fondazione Musica Insieme. Cambierà la scaletta. Niente Schubert e Schumann, ma un tutto Bach. Angela Hewitt, rinomata interprete delle opere per tastiera del Kantor, proporrà le sette toccate BWV 910 – 916 e la Fantasia cromatica e fuga in re minore BWV 903. Così gli ultimi due concerti della stagione del Quartetto saranno entrambi all’insegna della musica del sommo tedesco: infatti il 15 aprile, nell’appuntamento conclusivo, la violinista Suoyen Kim completerà l’esecuzione dell’integrale delle sonate e delle partite di Bach iniziata l’anno scorso. Angela Hewitt, già ospite in passato del Quartetto, è nota al pubblico vicentino soprattutto per le sue interpretazioni bachiane. Nel gennaio del 2008, propose al Comunale tutto il Clavicembalo ben temperato. Nell’aprile del 2014 si cimentò con l’Arte della fuga. Se queste due opere raccontano della maturità del genio di Eisenach, le toccate ne fotografano, per lo più, la giovanile maestria. Vennero scritte in un intervallo di tempo che inizia nel 1705 (Bach era appena ventenne) e termina prima del 1714. Di certo non furono concepite come un insieme unitario, a differenza di quanto accade per le suite e le partite e per il Clavicembalo ben temperato. Nelle toccate, Bach coniuga fantasia e rigore. Ogni brano si apre con passaggi di carattere improvvisativo, secondo quello stylus fantasticus di derivazione italiana che Bach aveva mutuato in particolare da Dietrich Buxtehude. Dopo i passaggi di bravura in cui il compositore asseconda il suo estro, viene la parte imitativa, in forma di fuga. Glenn Gould, compatriota e collega di Angela Hewitt, nel suo saggio Arte della fuga non è particolarmente tenero con questi esercizi contrappuntistici ma concede che “la tecnica della fuga non è certo una disciplina che si possa imparare dall’oggi al domani”. Altro discorso per la grandiosa Fantasia cromatica e fuga, scritta nel 1720 e rivista nel 1730. Qui è un Bach maturo a parlare, ma ancora si incontrano prima uno sconvolgente sfoggio virtuosistico di scale cromatiche nella fantasia e poi una fuga a tre voci il cui cromatismo la collega alla prima parte. Per assistere al concerto di Angela Hewitt sono validi i biglietti già acquistati per il concerto di Radu Lupu e le tessere abbonamento alla stagione 2018 -19. Chi volesse il rimborso del biglietto deve procedere entro e non oltre lunedì 15 aprile, recandosi nel luogo di acquisto, ovvero alla biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza (tel. 0444 324442, biglietteria@tcvi.it) anche per gli acquisti online, e alla sede della Società del Quartetto (tel. 0444 543729, info@quartettovicenza.org). • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Filippo Lovato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo