18 giugno 2019

Spettacoli

Chiudi

08.04.2019

Passio secundum Joannem, musica per Pasqua

MALO Una meditazione in musica, come preparazione alla Pasqua: con questo carattere Nicola Sella e Claudio Ferro, direttori rispettivamente dei cori “I Cantori di Santomio“ e “Progetto Musica“, hanno immaginato un concerto per la Settimana Santa molto particolare, che riscopre una rara pagina di polifonia del Cinquecento. “Passio secundum Joannem“ di Teodoro Clinio (1548-1602) debutta oggi a Malo, in Duomo con inizio alle 20.30 (con ingresso libero), come appuntamento conclusivo di un ciclo di incontri sulla Sacra Sindone voluto dalla Parrocchia, e verrà riproposto successivamente in altre due date (sabato 13 a Vicenza, per l’organizzazione di Concetto Armonico, e mercoledì 17 nell’Abbazia di Praglia). Il concerto si sviluppa attorno ad un nucleo centrale, la “Passione secondo San Giovanni“ di Teodoro Clinio, prete veneziano nato attorno alla metà del ´500, maestro di cappella della cattedrale di Treviso dal 1584 al 1601 e compositore a servizio della cappella musicale dell’arciduca Ferdinando d’Asburgo a Innsbruck dal 1586 al 1590. Il giudizio delle cronache del tempo, che lo descrivono come “Musico eccellentissimo“, può ben essere condiviso anche oggi: la qualità della sua scrittura non manca di affascinare e di farsi apprezzare, grazie ad un’intensa stesura armonica che va ben oltre i normali stilemi dell’epoca. Nell’esecuzione dei due cori vicentini, un Narratore (Nicola Sella) collegherà i brani del Passio con interventi di canto gregoriano, mentre tutte le parti cantate (Gesù, i singoli e la turba) sono polifoniche: Cristo (la Vox Domini) è affidato ad un terzetto (Fiorella Voltolini – contralto; Claudio Ferro – tenore; Valter Voltolini – basso), un piccolo gruppo di coristi interpreta gli altri personaggi (Giuda, Pilato, i Sacerdoti), mentre il coro rappresenta la folla intera che condanna Gesù. I momenti cruciali della Passione sono sottolineati da alcuni mottetti di Francesco Corteccia (1502-1571), Antonio Lotti (1667-1740), Tomàs Luis de Victoria (1548-1611), Orlando di Lasso (1532-1594). •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Verdi Lonigo