26 gennaio 2020

Spettacoli

Chiudi

08.12.2019

Lonquich al piano guida la OTO per Verdi, Šostakovic e Franck

Alexander Lonquich al pianoforte, suona e dirige la OTO: lo si vedrà in questa duplice veste anche domani
Alexander Lonquich al pianoforte, suona e dirige la OTO: lo si vedrà in questa duplice veste anche domani

VICENZA Per il suo debutto stagionale alla guida della OTO, domani sera alle 20.45 al Teatro Comunale di Vicenza, il maestro Alexander Lonquich ha scelto un programma ampio e molto vario con due autori sugli scudi – Verdi e Šostakovič – e in mezzo il belga, naturalizzato francese, César Franck. Il concerto – secondo appuntamento della stagione sinfonica della OTO – si apre sulle note de “La traviata”, capolavoro verdiano del 1853 che continua a primeggiare nella classifica delle opere maggiormente rappresentate ogni anno nei teatri di tutto il mondo. Il celeberrimo Preludio del primo atto funge da “antipasto” a due brani nei quali Lonquich si è ritagliato la parte di solista, oltre che quella di direttore. Si tratta delle “Variazioni sinfoniche” per pianoforte e orchestra che Cèsar Franck compose sul finire della sua lunga carriera artistica – molti le considerano il suo capolavoro assoluto – e dello spensierato Concerto n. 2 per pianoforte di Šostakovič, dedicato nel 1957 al figlio pianista Maxim che stava per concludere gli studi pre-accademici. La seconda parte della serata si apre di nuovo con un omaggio a Giuseppe Verdi (Ouverture dai “Vespri siciliani”) per lasciare spazio ancora a Dmitrij Šostakovič. Dell'autore russo sarà eseguita la Sinfonia n. 1 in Fa minore che, ventenne, nel 1926 egli presentò a San Pietroburgo alla commissione che avrebbe dovuto giudicarlo per l'esame finale del corso di composizione. Animata da un travolgente spirito giovanile, la Sinfonia in Fa minore già evidenzia alcuni fra i tratti distintivi di un autore la cui carriera, da quel momento in poi, fu purtroppo condizionata e limitata dai diktat del regime. Pianista, direttore e docente conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, Alexander Lonquich è al culmine di una carriera artistica sbocciata nel 1977 dopo aver conquistato il primo premio al concorso “Casagrande” di Terni. Da allora ha conquistato pubblico e critica con il suo pensiero musicale colto, profondo e raffinato trasmesso agli appassionati in migliaia di recital per i più importanti festival e istituzioni concertistiche internazionali e in decine di incisioni discografiche per Emi Classics e ECM. Il rapporto privilegiato che il pianista e direttore tedesco ha con Vicenza è culminato, nella stagione 2014/15, con l'incarico di direttore principale dell'Orchestra del Teatro Olimpico che da allora ricopre con grande entusiasmo e passione nonostante i tanti impegni artistici in giro per il mondo. A dimostrazione di questo “feeling” speciale, quest'anno Lonquich ha deciso di voler passare la serata di San Silvestro a Vicenza dirigendo la OTO nel tradizionale concerto del 31 dicembre al Teatro Comunale. Prima del concerto – alle ore 20 nella sala del “ridotto” – il maestro Lonquich terrà una guida all'ascolto dei brani in programma. Il concerto inizia alle 20,45. I biglietti si possono acquistare al botteghino del Comunale (0444 324442) e online (www.tcvi.it). Prenotazioni anche al numero 0444 326598 e segreteria@orchestraolimpico.it •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1