10 luglio 2020

Spettacoli

Chiudi

07.02.2020

Così sofferto e così lieve Il cantautorato di Edda

Stefano “Edda” Rampoldi
Stefano “Edda” Rampoldi

MUSSOLENTE Sono ormai passati 10 anni dalla ricomparsa di Stefano “Edda” Rampoldi. L’artista milanese, che nel decennio tra la metà degli anni ’80 e quella degli anni ’90 era stato il frontman di una delle più amate e importanti band della musica indipendente italiana, i Ritmo Tribale, era sprofondato in un inferno di tossicodipendenza e miseria e di lui si erano perse le completamente le tracce, fino all’uscita inattesa di un disco miracoloso come “Semper Biot” del 2009 che ne ha segnato la rinascita artistica e umana. Da allora Edda ha pubblicato altri quattro album di qualità eccelsa, amatissimi dalla critica e da uno zoccolo duro di fan. Il suo cantautorato, sofferto eppure incredibilmente lieve che si sposa alla perfezione con arrangiamenti minimali e una voce emozionante ed immediatamente riconoscibile, ha anticipato la rinascita del genere negli anni ’10. Domani salirà sul palco dello spazio Orvett di Mussolente in un evento targato Uglydogs. Non sarà il solito “evento/intervista”, ma un concerto vero e proprio in cui Edda riproporrà in chiave acustica i brani della sua carriera solita e, forse, anche qualcuno dei Ritmo Tribale. Apriranno i Normal Insane in versione duo. Prezzo del biglietto € 13. Le porte apriranno alle 20. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.L.G.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1