martedì, 29 settembre 2020
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

02.12.2019

Malizia & cemento

Da tifoso della Viola, dovrei essere contento dell’entusiasmo che accompagna ogni sortita del patron Rocco Commisso. I media lo coccolano manco avesse già vinto la Champions: “Presidente d’altri tempi”; “Uomo serio e onesto al servizio della città”. Quando poi il magnate italo americano ha difeso a spada tratta l’ennesimo disastro di Montella, (una volta Aeroplanino, ora Alitalia), tuonando ai microfoni: «Criticate solo me», la santità sembra ormai solo una questione di pratiche al Vaticano. Peccato però che questo ometto a metà tra Joe Pesci e Bombolo, abbia proferito parole assai inquietanti: «Sulla nuova Cittadella dello Sport faremo fast, fast; perché queste cose io le so fare. Per quanto riguarda il gioco del calcio, invece, me ne intendo poco». Low, Low. Sarebbe questo il novello Boniperti o Mantovani? Uno che, per sua stessa ammissione, fa il Presidente di una squadra di calcio, ma di calcio non sa nulla? E però quando si tratta di cemento, costruzioni ed indotto, allora ne sa una più di Berlusconi e Agnelli. Dunque, caro Rocco, se la Fiorentina affonda, come facciamo a criticare te che di pallone ne sai come il sottoscritto di algebra nucleare? Più che agli avi delle squadre che furono, Commisso assomiglia agli avatar delle squadre che già sono. A James Pallotta, per esempio. Palazzinari & C. o giù di lì. Nella settimana della Juve finalmente sprovvista del solito lato B, (deretano), del solito lato A, (arbitri), e colpita da quello S, (Sassuolo), ci ricorderemo a lungo della commovente conferenza stampa di Mihajlovic sulla sua lotta contro la leucemia. Dal 1965 a oggi, questa malattia, il tumore al fegato e altre patologie hanno colpito un numero impressionante di calciatori. Lo chiediamo senza malizia, è solo un caso? •

di GIANCARLO MARINELLI
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1