sabato, 19 settembre 2020
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

23.12.2019

Ma quando è Natale?

Non scomodiamo Charles Dickens, ma certo quello che segue è un racconto di Natale che ha analogie sui protagonisti - minori - e sul tema dell’analfabetismo di ritorno. Nel nostro caso la realtà (narrata in pubblico) supera la fantasia. Siamo in una quarta elementare dell’Altovicentino. Bambini vivaci, sempre in fermento. Una delle maestre, al primo incarico, chiede conferma di una data all’alunno: la risposta è confusa. Si rende conto che c’è qualcosa che non torna. Non stanno parlando della scoperta delle Americhe o del crollo dell’Impero Romano, date senza dubbio più complicate da mandare a memoria, ma di quando cade la festa di Natale. La maestra chiede al compagno. E poi ad un terzo, ad un quarto. Si rivolge alla classe intera: «Che giorno cade la festa di Natale?». Un alunno abbozza: il 22 novembre. Un altro: tra poco. Un’altra: quando è freddo. Meno male, fuocherello. Ma il giorno niente, non lo pronuncia nessuno. Eppure sono settimane che i bambini sono bombardati di immagini natalizie da ogni dove. Che ne siano così storditi da avere perduto i riferimenti temporali? La scuola è lì lì per sospendere le lezioni, tutti a casa per due settimane. Le vacanze... di Natale. La maestra è scoraggiata. Risuona in classe il proverbio: Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi. Accidenti, quando è Natale? Passi che forse vanno in pochi al catechismo; passi che nella tecnoscuola delle lavagne elettroniche e degli ipad non ci sono calendari appesi in classe così come carte geografiche; passi che nelle famiglie si va sempre di corsa e non c’è tempo neanche per i fondamentali, ma dicembre è un mese così impossibile da ricordare? Speriamo che giochino alla tombola figurata: il 25 è il numero dell’abete, della capanna, di quel signore con la barba bianca. •

di NICOLETTA MARTELLETTO
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1