martedì, 20 agosto 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.06.2019

Greta, torna a scuola

Greta Thunberg non tornerà in aula a fine estate. Troppo impegnativa la lotta al surriscaldamento globale. Lei non viaggia in aereo, non usa mezzi inquinanti e chissà quanto le ci vorrà per arrivare da Stoccolma a New York al summit dell’Onu in settembre. In dicembre sarà a Santiago del Cile. Le serve un anno sabbatico, dopo i “venerdì del clima” in cui ha portato in strada studenti di 98 Paesi e dopo mesi di astensione dalle lezioni perchè il governo svedese la ascoltasse. Ha preso una decisione difficile, e con lei la sua famiglia, dopo aver guidato dal nulla una rivolta di proporzioni mondiali. Ha parlato al forum di Davos, al Parlamento europeo, è stata ricevuta da papa Francesco. Ha dato uno scossone al mondo col suo mutismo di sedicenne incavolata per l’inerzia degli adulti. Ma ora dà un calcio a delle opportunità: completare la sua formazione culturale, agire dall’interno di quel mondo giovanile e studentesco che l’ha seguita, vivere la sua condizione senza farsi manipolare, diventando d’un botto adulta. Fuori dalla scuola Greta rischia di diventare solo un’attivista cocciuta e non più una bandiera delle generazioni cui la Terra è affidata, indebolendo con la sua decisione il ruolo delle istituzioni impegnate ad educare e istruire i ragazzi. Sembra quasi che lei abbia raccolto il testimone dell’invettiva dalla dodicennne canadese Severn Cullis-Suzuki alla conferenza su clima a Rio 1992. Severn ha ricevuto premi, ha fatto il giro del mondo (in aereo), si è laureata due volte, resta un’attivista anche oggi da genitore. Severn e Greta irradiano la verità dell’innocenza, per questo zittiscono il mondo. La scuola, la famiglia, gli amici non possono essere estranei alla loro forza. Quindi, Greta, non mettere tanta distanza tra te e la scuola.

di NICOLETTA MARTELLETTO
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1