sabato, 20 luglio 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.06.2019

Metafora del Paese

Speriamo non sia la metafora del Paese che sbatte contro la propria insipienza, la nave da crociera che si schianta a Venezia. Immediata la similitudine dell’Italia che urta lo scoglio del debito pubblico, ipoteca sulla strada della crescita, dopo i ripetuti allarmi lanciati in questi anni. Ci mancava solo la trovata dei mini bond con cui pagare i debiti della pubblica amministrazione, per far sorgere il legittimo sospetto che l’autunno 2019 sarà quello del gran travaglio. Bisognerà trovare 40 miliardi per stabilizzare i conti pubblici. Nonostante l’Italia veda peggiorare la pagella economica, con lo spread che sale pericolosamente, assistiamo a dichiarazioni improvvide, di chi non vuol capire che da che mondo è mondo, il debitore fa fatica a imporre le regole al creditore. A meno che non si crede di cambiare paradigma economico. A poche ore dal monito del governatore di Bankitalia che invitava la politica all’assunzione di responsabilità, sono ripartite le bordate contro il buonsenso che allarmano i finanziatori del debito. L’impressione, al di la delle tranquillizzanti parole di stile, è che autorevoli componenti del governo giochino una partita molto pesante sulla pelle degli italiani. Non ultima, con i fatti, quella di Italexit. Una strategia che danneggerebbe soprattutto le aziende del Nordest, le prime a pagare per una crisi fuori controllo del debito statale. Proprio come la nave che Conte cerca di stabilizzare per non sbattere sotto l’incalzare delle dichiarazioni dei suoi vice. Ieri a Venezia, domani a Roma?

di IVANO TOLETTINI
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1