22 gennaio 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.12.2019 Tags: MILANO , Scontro bus-camion rifiuti, morta donna

Scontro filobus-camion
Morta la donna in coma
Mezzo Atm passa col rosso

MILANO. È morta la donna rimasta coinvolta sabato in uno scontro a Milano tra un filobus dell'Atm e un camion per la raccolta rifiuti dell'Amsa in cui sono rimaste ferite altre undici persone. Atm «nell'apprendere che la passeggera gravemente coinvolta nell'incidente stradale di ieri è deceduta - sottolinea l'azienda trasporti -, esprime la sua profonda vicinanza ai familiari in questo momento di grande dolore».

 

Sarebbe stato il filobus dell'Atm a non rispettare il semaforo rosso e a causare lo scontro (GUARDA IL VIDEO). «Dalla ricostruzione della dinamica emerge che il filobus non abbia rispettato la precedenza semaforica», scrive Atm che «ha già aperto un'indagine interna ed è pronta a prendere tutti gli opportuni provvedimenti». Atm «è impegnata da subito a fornire tutto il supporto necessario alla famiglia colpita da questo grave lutto».

 

 

I familiari della donna di 49 anni hanno dato il consenso alla donazione degli organi, come riferiscono fonti del Policlinico del capoluogo lombardo, dove era ricoverata. La donna era stata sbalzata dal filobus durante l'incidente. Soccorsa, le sue condizioni, anche questa mattina, erano apparse gravissime e irreversibili. Complessivamente nell'incidente sono rimaste coinvolte 18 persone, 12 delle quali sono state trasportate in ospedale e sei medicate sul posto.

 

 

Il conducente del camion dell'Amsa, invece, è rimasto incastrato nell'abitacolo ed è stato estratto dai vigili del fuoco: ha probabilmente un femore fratturato. Altri passeggeri sono ricoverati in vari ospedali milanesi per contusioni, altri ancora sono stati soccorsi per stati d'ansia. Due minori sono stati medicati sul posto e affidati ai genitori.

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1