30 settembre 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.12.2018 Tags: ANCONA , CORINALDO (ANCONA , Sfera Ebbasta , Panico in discoteca, 6 ragazzi morti

Panico al concerto
di Sfera Ebbasta
6 morti, 100 feriti

ANCONA. Sei persone sono morte travolte dalla calca durante un fuggi fuggi generale nella discoteca "Lanterna azzurra" a Madonna del Piano di Corinaldo (Ancona), provocato, secondo alcune testimonianze, dall’uso di uno spray urticante. Le vittime sono cinque minorenni tra i 14 e i 16 anni e la madre di una ragazzina che era lì insieme al marito per accompagnare la figlia. 

 

Le vittime sono: Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Matttia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia; Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

 

Nel locale c'erano oltre un migliaio di persone arrivate per ascoltare un concerto di Sfera Ebbasta, trapper popolare tra i giovanissimi. E molto giovani sono, oltre alle vittime, anche i feriti, oltre 100 tra cui dieci gravi. Su entrambi i sanitari hanno riscontrato lesioni e traumi da schiacciamento. «I biglietti venduti sono circa 1.400 a fronte di una capienza di 870 persone circa», ha detto il procuratore capo della Repubblica di Ancona Monica Garulli durante un sopralluogo nella discoteca, insieme al questore Oreste Capocasa, al comandante provinciale dei carabinieri Cristian Carrozza, al procuratore minorile Giovanna Lebboroni.

 

Il panico si è diffuso tra mezzanotte e l’una, prima dell’inizio del concerto. Il locale, secondo una prima ricostruzione, ha 3 uscite di sicurezza: una di queste dà su un ponticello che attraversa un piccolo fossato e collega la discoteca al piazzale del parcheggio. La tragedia è avvenuta in quel punto: quando i ragazzi sono usciti di corsa dal locale, decine di loro si sono accalcati per passare sul ponticello fino a quando una balaustra ha ceduto. I primi ragazzi sono così finiti nel fossato, un metro sotto il ponticello, e sono stati schiacciati da tutti gli altri. (IL VIDEO DEL CROLLO).

 

«Sono profondamente addolorato per quello che è successo ieri sera a Corinaldo». Così in una storia su Instagram il rapper Sfera Ebbasta in merito alla tragedia costata la vita a 6 persone durante un suo concerto in provincia di Ancona. «Per quanto a poco possa servire, il mio affetto e il mio sostegno vanno alle famiglie delle vittime e a quelle dei feriti e proprio per rispetto di questi ultimi tutti gli impegni promozionali e gli instore dei prossimi giorni verranno cancellati», scrive il musicista. «È difficile trovare le parole giuste per esprimere il rammarico e il dolore di queste tragedie. Non voglio esprimere giudizi sui responsabili di tutto questo, vorrei solo che tutti quanti vi fermaste a pensare a quanto può essere pericoloso e stupido usare lo spray al peperoncino in una discoteca», aggiunge Stera Ebbasta. «Grazie a tutte le persone, le ambulanze e le forze dell’ordine che hanno prestato soccorso durante la notte», scrive il rapper. «La musica - conclude il post - dovrebbe essere uno strumento che unisce le persone, speriamo che lo diventi davvero».

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1