30 settembre 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.08.2020 Tags: Giuseppe Conte , Migranti irregolari , premier Giuseppe Conte , «Dobbiamo intensificare i rimpatri»

Migranti, 90 in fuga
da centro accoglienza
Conte: «Stop ingressi irregolari»

«Non possiamo tollerare che si entri in Italia in modo irregolare» e «non possiamo permettere che i sacrifici» fatti dal Paese per la crisi Covid «siano vanificati». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nel corso del punto stampa da Cerignola. «Dobbiamo intensificare i rimpatri», ha aggiunto.

 

Quest'oggi, una cinquantina i migranti tunisini sono riusciti, dopo aver scavalcato la recinzione, a scappare dalla tensostruttura di Porto Empedocle (Agrigento) che li ospitava. Quattro o cinque sono tornati, dopo qualche ora, spontaneamente. Polizia, carabinieri e guardia di finanza stanno cercando i fuggitivi. Già una decina di giorni fa dalla stessa tensostruttura della Protezione civile erano scappati un centinaio di immigrati.

Nel frattempo, sono circa 200 i migranti giunti, con otto barchini diversi, fra la notte e l'alba, a Lampedusa. I migranti sono stati trasferiti all'hotspot di contrada Imbriacola dove sono tornati ad esserci 910 persone a fronte dei 95 posti disponibili.

 

Continua il presidente del Consiglio da Cerignola: «Non si entra in Italia in questo modo e soprattutto in questo momento di fase acuta non possiamo permettere che la comunità internazionale sia esposta ad ulteriori pericoli non controllabili. Ci sono migranti che tentato di sfuggire alla sorveglianza sanitaria: non ce lo possiamo permettere. Dobbiamo essere duri e inflessibili», ha detto il premier Giuseppe Conte.

E aggiunge: «Se c'è una cosa che non ci viene rimproverata è l'aver affrontato l'emergenza mettendo al primo posto la tutela della vita e della salute dei cittadini. Ovviamente siamo molto responsabili. Non possiamo trascurare e rimanere indifferenti alla recessione economica che l'Italia, l'Europa e tutto il mondo sta affrontando. Stiamo contemperando questi interessi. Al primo posto sappiamo cosa c'è e per questo che raccomandiamo e continueremo a raccomandare il rispetto di queste minime minime regole precauzionali».  

 

In porto la nave della quarantena.  Gnv Azzurra, sulla quale verrà effettuata la quarantena dei migranti che sbarcano nell'Agrigentino, è arrivata a Porto Empedocle (Ag). Esattamente come era già accaduto per la Moby Zazà (la nave quarantena utilizzata per un paio di mesi e il cui armatore ha deciso di non prorogare il contratto col Governo), anche sulla Gnv Azzurra verrà effettuata una ispezione tecnica da parte della commissione di visita che e' presieduta dalla Capitaneria di porto.

La commissione dovrà stabilirne l'idoneità come nave passeggeri con sistema di isolamento protetto per l'alloggiamento e la sorveglianza sanitaria dei migranti.

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1