29 settembre 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

12.09.2019 Tags: Lecco , aggressione , donne , sottopassaggio

Due donne prese
a pugni in stazione
senza motivo

LECCO. Alla stazione di Lecco prima dalle scale ha dato uno spintone a una ragazza di 18 anni, poi nel sottopasso ha senza alcun motivo sferrato un pugno in pieno volto a una donna di 56 anni davanti ad alcuni passanti attoniti ed è uscito tranquillamente. Alcuni agenti della Polfer hanno però subito inseguito e bloccato l’aggressore, un 24enne del Togo senza permesso di soggiorno e con diversi precedenti, che è stato arrestato per lesioni aggravate. 

 

Le immagini delle telecamere, pubblicate su Youtube dall’assessore alla Sicurezza della Lombardia Riccardo De Corato, hanno immortalato la scena accaduta lunedì in pieno giorno (GUARDA IL VIDEO). «Ringrazio gli agenti della Polfer che hanno immediatamente arrestato il delinquente, evitando che ci fossero ben più gravi conseguenze», ha sottolineato l’assessore aggiungendo che «la videosorveglianza va estesa ed implementata in luoghi a rischio». Per il 24enne, processato per direttissima, il giudice ha disposto la perizia psichiatrica e i domiciliari. 

 

Sotto choc le due donne. Entrambe sono state immediatamente soccorse dal 118 e portate in ospedale: la 18enne è stata dimessa dopo qualche ora con dieci giorni di prognosi, mentre la donna di 56 anni, che ha riportato un lieve trauma cranico con una prognosi di un mese, è tornata a casa la mattina seguente.

 

Le reazioni. «Guardate queste immagini, poteva capitare a chiunque di noi. Un uomo originario del Togo ha brutalmente e senza motivo aggredito due donne nel sottopasso della stazione di Lecco. La reazione delle Istituzioni deve essere durissima: galera senza sconti e poi espulsione. Basta lassismo e basta buonismo. Gli italiani pretendono sicurezza» ha scritto su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. «Solidarietà e vicinanza alle due donne aggredite e colpite gratuitamente, da un immigrato, alla stazione di Lecco. Mi auguro possano riprendersi al più presto dalla violenta aggressione. E mi auguro che questo esecutivo, a partire dal ministro degli Interni (che stimo), voglia essere inflessibile con questo genere di violenza. Difendere i cittadini ed in particolare le donne non ha colore politico, semplicemente è una priorità» ha affermato Mariastella Gelmini, presidente dei deputati di Forza Italia.

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1