18 luglio 2019

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

23.04.2019

Piccoli produttori alleati Così si fa crescita mondiale

Agostino Bonomo, Stefano Gatto e Pietro Francesco De Lotto
Agostino Bonomo, Stefano Gatto e Pietro Francesco De Lotto

La cooperazione internazionale fa bene. Anche alle imprese vicentine. Si creano infatti sinergie che contribuiscono sia al progredire dei Paesi in via di sviluppo che alle nostre aziende. Lo testimonia un ventennale impegno di Confartigianato Vicenza culminato di recente in un progetto di cooperazione internazionale con il Guatemala sostenuto dall’Unione Europea con un finanziamento di oltre 2 milioni di euro. OLTRE 2 MILIONI DI FINANZIAMENTI EUROPEI. L’accordo è stato sottoscritto a Città del Guatemala dal Agostino Bonomo, presidente di Confartigianato imprese Vicenza, e dall’ambasciatore capo della delegazione Ue in Guatemala Stefano Gatto. Il contratto per il “Rafforzamento della capacità di accesso delle Mpmi (micro-piccole medie imprese) del Guatemala ai mercati” durerà tre anni e ha un budget di 2,49 milioni finanziati all’85% dall’Unione Europea (2,11 milioni). Lo scopo è favorire l’accesso a nuovi mercati e migliorare la competitività dei piccoli produttori delle filiere rilevanti per l’economia guatemalteca del caffè e del miele che fanno parte dell’organizzazione “Coordinadora Guatemalteca de Comercio Justo”. Oltre a Coordinadora cureranno la realizzazione del progetto Cisp e Coopermondo mentre Confartigianato Vicenza sarà capo progetto. IL ‘CORE BUSINESS’ RESTA L’IMPRESA. E si tratta del più grande progetto di cooperazione mai gestito da Confartigianato Vicenza da quando, ormai 20 anni fa, ha avviato azioni in Sudest Asiatico con il programma europeo “Asia Invest” in Asia centrale, poi in Africa Subsahariana e in Sud e Centro America. «Negli ultimi anni - ha spiegato il presidente Bonomo - abbiamo stretto un’alleanza strategica con il Cisp-Comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli, forte di ruoli diversi e complementari nella cooperazione allo sviluppo. Non esiste infatti crescita sociale inclusiva senza un adeguato supporto all’imprenditorialità e alla creazione di un ambiente favorevole all’impresa. Il nostro “core business”, rimane l’impresa e riteniamo di poter portare la nostra esperienza anche in contesti in via di sviluppo, dove le associazioni di categoria o i centri servizi rivolti alle Mpmi sono una rarità o sono inefficienti. Internazionalizzazione, modelli di business e innovazione tecnologica sono temi che le nostre imprese contribuiranno a diffondere con il progetto». LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE VICENTINE. La cooperazione internazionale è anche uno strumento di “diplomazia economica”, ricorda Pietro Francesco De Lotto, direttore di Confartigianato Vicenza. Non mancano infatti le opportunità per le aziende della nostra provincia: «Città del Guatemala è in espansione, si stanno costruendo nuovi quartieri dove varie tipologie di produzioni italiane possono trovare collocazione; ma puntiamo anche a creare catene di valore a livello locale oltre la semplice esportazione delle materie prime, introducendo macchine ed attrezzature. La collaborazione con la Camera di commercio Italiana in Guatemala contribuirà ad altre positive ricadute economiche». BILANCIA COMMERCIALE IN ATTIVO. I rapporti commerciali con questo paese dell’America centrale di 16 milioni di abitanti sono altalenanti ma in crescita come emerge dai dati Made in Vicenza elaborati dall’Ufficio studi di Confartigianato Vicenza. La nostra provincia lo scorso anno ha esportato prodotti per 4,7 milioni di euro, soprattutto macchinari e apparecchiature e dal 2009 al 2018 il nostro export è cresciuto del 162%. Nell’ultimo biennio il Vicentino ha esportato beni per 19,9 milioni di euro (in crescita abbigliamento, carta, articoli in pelle, macchinari e prodotti chimici) e il saldo commerciale manifatturiero ha segnato un attivo di 15,3 milioni. Le importazioni sono passate da 4,6 milioni nel 2017 a soli 14 mila euro nel 2018, si tratta soprattutto di prodotti per la siderurgia e di prodotti di colture permanenti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

C.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1