22 febbraio 2020

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

22.08.2012

Il vicentino “My-Smark” selezionato tra i 100 casi mondiali di innovazione

Da sinistra Paolo Panizza, David Pocina, Agata Grzywacz, Francesca Cumerlato e Nicola Farronato
Da sinistra Paolo Panizza, David Pocina, Agata Grzywacz, Francesca Cumerlato e Nicola Farronato

Un' innovazione italiana tra le 100 emergenti al mondo. “MySmark”, nata dalla startup b-sm@rk avviata a Dublino dai bassanesi Nicola Farronato e Paolo Panizza (e ora supportata da investitori italo-irlandesi) è stata inserita tra le “Global hot 100” dal World Summit on Innovation & Entrepreneurship (www.thewsie.org): si tratta del vertice mondiale che promuove l'imprenditorialità innovativa. Nato sotto l'egida delle nazioni unite e in stretta collaborazione con il Mit di Boston, è alla 3a edizione e dopo Abu Dhabi (Emirati Arabi) e Muscat (Oman) quest'anno si terrà negli Usa, proprio a Boston dal 26 al 28 settembre dove appunto sarà premiata anche MySmark riconosciuta da Thewsie per la sua visione rispetto al futuro del marketing e per contribuire al miglioramento dell'esperienza dei consumatori nel mercato. MySmark è un servizio online che permette di esprimere opinioni complete su prodotti, brand ed eventi non con un semplice “mi piace” ma attraverso pochi click scegliendo tra 32 categorie di emozioni diverse e ulteriormente personalizzabili. «Qualsiasi marchio, rivenditore e servizio o azienda - spiega Nicola Farronato, ceo di b-sm@rk - vorrebbe avere clienti fedeli per tutta una vita. Si tratta di capire chi sono, qual è la loro personalità, cosa provano e cosa preferiscono rispetto a quello che usano e consumano. MySmark offre loro uno strumento personale per esprimersi e consente alle aziende di monitorare la loro clientela e adattarsi all'evoluzione del mercato». Oggi Mysmark è una piattaforma marketing in fase di lancio con marchi internazionali e in test in Italia da Intesa S. Paolo, Coop e Università di Camerino. La selezione è avvenuta tra circa 3000 segnalazioni e accolta tramite i partner del Thewsie, il Mit-Massachusetts institute of technology, la Kauffman Foundation (la più grande fondazione al mondo per il sostegno alle nuove attività imprenditoriali all'innovazione ed educazione), il Babson College una delle più importanti scuole Usa di imprenditorialità, PepsiCo, Procter & Gamble, Khalifa Fund. È seguita una presentazione via Skype del progetto con le referenze di Richard Bendis, ceo di Innovation America e di Piero Formica fondatore dell'International Enterpreunership Academy, entrambi nel board di b-sm@rk. «Il summit di Boston - spiega Farronato - sarà l'occasione per presentare il progetto ad una platea internazionale, avviare nuove occasioni di affari e entrare a far parte della pubblicazione “Global hot 100”. Ma l'aspetto ancora più interessante è che MySmark sarà un vero protagonista del summit perché sarà utilizzato per valutare i contenuti delle presentazioni e sarà recensito dalla Technology Review del Mit». Non male per chi, poco più di un anno e mezzo fa, ha mollato tutto: casa, un lavoro sicuro e con pochi soldi in tasca è partito per inseguire, più che un sogno, la convinzione profonda che la propria idea non potesse che essere vincente, nonostante i detrattori, nonostante le difficoltà; b-sm@rk è stata selezionata dal “National digital research center”, l'acceleratore di idee digitali irlandese, e poi sono arrivati i premi e i finanziatori fino all'approdo tra le innovazioni 'Global hot 100'. Quando vi raccontano che bisogna 'crederci' ecco, significa questo.

Cinzia Zuccon Morgani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1