21 ottobre 2019

Cultura

Chiudi

11.03.2019

La Via delle scienze indaga le frontiere della conoscenza

  Gianfranco Pacchioni Patrizia CaraveoLa copertina del libro
Gianfranco Pacchioni Patrizia CaraveoLa copertina del libro

Dall’evoluzione della specie umana, prefigurando la nascita di una sorta di “super sapiens”, fino ai robot “morbidi”, passando per le sorprese delle molecole biologiche, la violenza dei fenomeni astronomici, le frontiere della riscrittura del Dna. Toccherà come di consueto numerosi ambiti scientifici, con l’aiuto di esperti di massimo livello, la decima rassegna “La Via delle scienze”, in programma da domani nella sala Soster di palazzo Festari a Valdagno. Cinque gli appuntamenti, sempre con inizio alle 20.30, che l’associazione nata in seno all’istituto Marzotto-Luzzati di Valdagno propone quali occasioni di incontrare studiosi, scienziati, filosofi, ricercatori, «sempre guidati dalla passione per la ricerca scientifica, tra il rigore dei nostri ospiti e l’apertura di nuove finestre che ci aprano alle ultime conoscenze acquisite nei loro specifici campi di competenza». La prima serata vede rinnovarsi la collaborazione tra “La Via delle scienze” e la rete Guanxinet, che con la libreria De Franceschi ha invitato a Valdagno Gianfranco Pacchioni, prorettore alla ricerca nell’Università di Milano-Bicocca, dov’è stato direttore del dipartimento di Scienza dei materiali. Autore di numerose pubblicazioni, più volte premiato per le sue ricerche, Pacchioni ha dedicato l’ultimo libro, di cui parlerà domani sera, a una vera frontiera della conoscenza, vale a dire l’esito possibile dell’evoluzione umana. Se l’uomo non ha ancora finito di evolvere, si chiede Pacchioni in “L’ultimo sapiens. Viaggio al termine della nostra specie” (216 pagine, edizioni Il Mulino), quale sarà la sua sorte? L’intelligenza artificiale, le neuroscienze, le nanotecnologie, la genetica stanno modificando il rapporto tra l’uomo e la natura: si può ipotizzare l’avvento di sapiens supertecnologici in grado di dominare il mondo? Pacchioni ne parlerà con Giulio Nardon, docente di fisica al Marzotto e una delle anime di “La Via delle scienze”, che introdurrà anche gli ospiti delle serate successive. Venerdì 15 marzo Silvia Marchesan, biochimica dell’Università di Trieste, proporrà un intrigante parallelo tra la ricerca sulle molecole biologiche e il viaggio di Alice oltre lo specchio per arrivare al Paese delle meraviglie: la chiave è la chiralità, vale a dire il fatto che un oggetto, come la mano, non sia sovrapponibile alla propria immagine speculare. Venerdì 22 marzo si passerà ai fenomeni cosmici e alla loro insospettabile violenza con Patrizia Caraveo, astrofisica dell’Università di Pavia, divulgatrice scientifica tra le più note. I telescopi messi in orbita da una quarantina d’anni hanno permesso all’astronomia di superare il filtro dell’atmosfera per cogliere i raggi X e i raggi gamma dei corpi celesti, scoprendo che l’universo ha un comportamento imprevedibile. Venerdì 29 marzo si tornerà a livello microscopico perché Anna Cereseto, biotecnologa dell’Università di Trento, parlerà delle possibilità offerta dal “genome editing”, cioè la modifica del Dna, operazione ormai molto facile. Un risultato a cui si è arrivati grazie a una molecola di origine batterica, e che si può rivelare strategico per le piante e gli animali. Il rapporto tra uomo e natura fa da sfondo anche all’argomento dell’ultimo incontro, quello di venerdì 5 aprile. Il campo di studio di Cecilia Laschi, bioingegnere della Scuola superiore di S. Anna a Pisa, è la robotica “soft”, che prende spunto dal polpo e dalla sua capacità di muoversi senza scheletro e con un cervello relativamente piccolo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gianmaria Pitton
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Blog

Editoriale
La strada stretta dei conti pubblici
di di IVANO TOLETTINI
21.10.2019
Il Corsivo
L’eclatante Roma
di di GIANCARLO MARINELLI
20.10.2019
Editoriale
Il solito copione del governo litigioso
di di ANTONIO TROISE
20.10.2019