venerdì, 07 agosto 2020
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

03.03.2014

Il libro-provocazione di un vicentino
«Le idee di Grillo? Ispirate dal demonio»

Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo, i fondatori del Movimento 5 Stelle. ARCHIVIO
Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo, i fondatori del Movimento 5 Stelle. ARCHIVIO

VICENZA. Beppe Grillo, Gianroberto Casaleggio e il movimento 5 stelle, dopo la sbornia di consenso culminata con l'elezione di 156 parlamentari, stanno attraversando un momento complicato. Tra espulsioni e dimissioni, l'immagine di monolite salutare contro lo sfacelo dell'Italia si sta progressivamente sgretolando. Nessuno era però arrivato al punto di sostenere che il comico genovese e il gruppo politico che gli gira intorno fossero opera del demonio. A colmare questa opinabile lacuna ha provveduto Roberto Dal Bosco, 35 anni, vicentino, che ha appena pubblicato, edito da Fede & Cultura, il libro “Incubo a 5 Stelle, Grillo, Casaleggio e la cultura della morte”.
Era proprio il caso di scomodare Satana per descrivere il programma politico del Movimento 5 Stelle?
Io sono credente e studiando in profondità il piano di Grillo e Casaleggio, più il secondo del primo perché il comico senza autori non offre performance convincenti, mi sono reso conto che solo il diavolo può aver mandato in terra una simile minaccia. E se non cominciamo a demonizzarlo davvero, rischiamo di lasciar passare un progetto carico di morte.
Tesi un po' forte che non la renderà molto popolare tra i grillini...
Questo non mi proccupa. Già quando scrissi “Contro il buddismo”, un libro volto a mettere in guardia contro questa religione, fui assalito dai troll sui vari forum. Il punto è che non si può stare zitti se si hanno a cuore le sorti del Paese.
Ma in cosa consisterebbe la cultura della morte di Grillo e Casaleggio?
Nell'ideologia casaleggiana, permeata di ecofascismo e di odio nei confronti dell'uomo, si arriva a teorizzare che a questo mondo siamo in troppi, che bisogna ridurre le nascite, che occorre puntare sulla decrescita felice.
Di qui a parlare di morte, però...
No, guardi, questo mettere la terra e gli animali davanti all'uomo nel pensiero di una società ideale è davvero mortale. Nel libro “Siamo in guerra” Grillo e Casaleggio parlano con ammirazione di Aurelio Peccei e di chi glorifica la cultura contro la vita, abortista, anticoncezionale.
Senta, ma a questo gruppo di ecofascisti, come li definisce lei, il 25% degli italiani ha dato il voto. Come hanno potuto bersi questa amara medicina?
La verità è che né la politica, né la chiesa hanno saputo dare una risposta alla domanda di protezione dalla tragedia che viene dalla società.
E si sono affidati a Grillo?
Io sono vicentino doc, vengo da una famiglia che ha contato sulla manifattura per lo sviluppo economico. Questa è la culla della piccola impresa ma non è più l'isola del benessere. E la moda di Prada, stella del minimalismo, ha scalzato i gioielli che una volta si regalavano e passavano di padre in figlio. E ha scalzato pure i figli, oltre che le fabbriche.
Scusi, questa deve spiegarla.
Il fatto di regalare un gioiello che resta, una cosa preziosa e concreta, implica un pensiero ai figli. L'ideologia e i valori minimalisti fanno sparire persino il pensiero dei figli.
E torniano a Grillo che pensa al chilometro zero, all'ecologismo...
Ecofascismo, prego. Pochi sanno, per esempio, che nel '98 lo stesso Grillo scrisse un articolo sul settimanale Area, l'organo della destra sociale, esprimendosi in tono lusinghiero sulprof. Giacinto Auriti in materia di signoraggio.
Eppure gran parte degli iscritti al Movimento 5 stelle pendono più a sinistra. Non crede?
Il punto è che Casaleggio e Grillo puntano sulla rete, non sugli individui. Questo meccanismo all'apparenza democratico è in realtà controllabile e controllato dai fondatori.
È il grande fratello di orwelliana memoria?
Funziona come nella Cambogia di Pol Pot. L'essere umano non è altro che uno dei tanti nodi della rete. In Cambogia il potere supremo era l'Angkar, nel Movimento 5 Stelle è la rete. L'uomo non c'è.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Marino Smiderle
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie