domenica, 17 novembre 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

17.07.2011

Giovane folgorato dal condizionatore Grave in ospedale


 Un impianto di condizionamento dell'aria domestico. ARCHIVIO
Un impianto di condizionamento dell'aria domestico. ARCHIVIO

È rimasto folgorato da una scarica di energia elettrica mentre stava cercando di sistemare l'impianto di condizionamento in casa. Ora un giovane è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Padova, dove è stato accolto nel centro grandi ustionati. La prognosi è tenuta riservata dai medici; ha subito ustioni su più del 50 per cento del corpo, in particolare sul braccio e sulla gamba sinistri.
Il dramma è avvenuto un paio di giorni fa in città, nella zona del Biron, dove abita una famiglia di origini albanesi che risiede ormai da una quindicina d'anni in Italia.
In base a quanto ricostruito, il giovane Ervin Plaku, 19 anni, quel giorno era a casa da solo. Il ragazzo, che lavora come operaio, ha una certa dimestichezza con l'elettronica e aveva deciso di tentare di riparare un vecchio condizionatore che la famiglia ha in casa per combattere l'afa e la calura di queste settimane.
L'apparecchio non funzionava da qualche giorno ed Ervin si era messo di buzzo buono per sistemarlo, convinto che si fosse staccato qualche filo elettrico.
Cosa sia accaduto nel dettaglio non è chiaro, anche perchè in quel momento Plaku era a casa da solo. Il fratello minore era infatti in cortile quanto ha sentito un rumore sordo provenire dal piano superiore e una sorta di scintilla, come il lampo di un temporale.
Ervin non sarebbe riuscito nemmeno ad urlare: è stato colpito da una scarica che dalla mano è passata attraverso il corpo. Quando il fratello è corso di sopra a vedere cos'era successo, visto che Ervin non rispondeva, lo ha trovato a terra, ad almeno un paio di metri dal condizionatore. Nel volo aveva fatto cadere una sedia e un mobiletto. In un attimo il braccio sinistro gli è diventato nero. Aveva perso i sensi.
Il fratello, sconvolto, ha telefonato al padre, che stava lavorando poco lontano. Il genitore è corso a casa, ha abbracciato il figlio maggiore e lo ha caricato in macchina, portandolo di corsa in ospedale. È stato subito trasferito a Padova dove è stato accolto nel centro grandi ustioni. Fino a ieri era tenuto in coma farmacologico, anche per evitargli il dolore.
In casa, al Biron, è arrivato poi un altro parente che con molta precauzione ha staccato le spine ed ha messo in sicurezza quanto restava del condizionatore, che si è in parte bruciato per un principio d'incendio causato da quella scintilla.
Tecnicamente, cosa sia accaduto non è chiaro, ma è certo che Plaku stava cercando di aggiustare il macchinario mentre quest'ultimo era attaccato alla presa della corrente.
In ogni caso, le valvole sono saltate all'istante; la famiglia Plaku, è stato riferito, da qualche tempo si lamentava della vetustà degli impianti domestici, in particolare di quello della corrente. Non è escluso che questo possa avere avuto un peso nel terribile infortunio, anche se evidentemente non ci sarebbero responsabilità di terzi nell'incidente domestico.
La preoccupazione della famiglia va però alle condizioni del ragazzo. «Speriamo che si riprenda in fretta». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Diego Neri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1