24 aprile 2019

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il viaggio tappa per tappa

01.08.2012

Verso il Grande Nord sulla strada di Querini

Il convoglio è partito da Goteborg e oggi sarà in Norvegia|
 Antonio Chemello alla guida della 500 simbolo della spedizione
Il convoglio è partito da Goteborg e oggi sarà in Norvegia| Antonio Chemello alla guida della 500 simbolo della spedizione

Ieri sera hanno dormito a Göteborg, nella Svezia meridionale, e oggi sono sulla strada di Trondheim, in Norvegia. Sono i vicentini diretti al Grande Nord, per ripercorrere la via di Pietro Querini, nobiluomo veneziano rientrato nella Repubblica Serenissima con un bagaglio di stoccafissi dopo un fortunoso naufragio alle Lofoten nel 1431.
Nel 2007 il viaggio di andata fu via mare. Ora quello di ritorno. È partito domenica 29 luglio dal Vicentino il convoglio di tre camper e della Fiat 500 gialla (come il baccalà) che entro il 4 agosto dovrà essere a Rost, arcipelago delle Lofoten, per la festa dell'isola gemellata con Sandrigo.
Un banchetto pantagrulelico a base di bacalà alla vicentina battezzerà l'itinerario della Querinissima, via che da Røst a quattro ruote toccherà Bodo, Trondheim, Norrkoping e quindi Vadstena, Goteborg, Brugge, Liegi, Lussemburgo, Strasburgo, Basilea, Innsbruck e da qui lungo il Brennero fino a Trento, Bassano, Sandrigo, Vicenza e Venezia. Più o meno le tappe del Querini che in carrozza si prolungò fino a Londra, dove nel 1432 è documentata l'esistenza di un'ambasciata della Serenissima.
«Va tutto bene, procediamo senza correre perchè qui tutti rispettano rigorosamente i limiti di velocità. Attorno a noi c'è grande curiosità - riassume Antonio Chemello, chef sandricense, al cui fianco nella “500” viaggia Fausto Fabbris, presidente della Pro Sandrigo - L'auto è decorata di stoccafissi e quindi in tanti ci chiedono il motivo del viaggio: per noi ogni occasione è buona per parlare del baccalà». Da Sandrigo quasi ad Amburgo il primo giorno; poi lunedì fino a Goteborg, ieri il transito in Norvegia. Il programma prevede che il 3 agosto il convoglio sia a Bodo per traghettare in sette ore fino a Røst. Del gruppo fanno parte anche la giornalista Stefania Zilio, tre cineoperatori, Carlo Pepe della Venerabile confraternità del bacalà e Ennio Dall'Amico dei Baccalà club italiani. Sul sito de Il Giornale di Vicenza documenteremo l'impresa con foto e video.
(1- continua)

Nicoletta Martelletto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1