25 maggio 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Operaestate Festival 2017

31.07.2017

"Hamlet Travestie"
rivede Shakespeare
per Operaestate

Lorenzo Parolin

BASSANO

Un progetto sociale prende forma di teatro e, per qualità e contenuti, diventa un caso nazionale. è il percorso di “Hamlet Travestie”, farsa ispirata a Shakespeare con la quale la giovane compagnia partenopea “Punta Corsara” sarà al teatro al Castello “Tito Gobbi” di Bassano  stasera alle 21  sotto le insegne di Operaestate festival. Vincitori del Premio “Hystrio Iceberg”, assegnato da una delle riviste più importanti del settore teatrale italiano, i giovani della compagnia sono stati definiti “valorosi corsari, che sanno riscrivere la tradizione e i classici con audace originalità”.

A Bassano, porteranno in scena uno Shakespeare rivisitato, rivisto e corretto, ma anche “corsaro”, in linea con la riscrittura settecentesca dell'inglese John Poole  che mantiene l’autorità dell’originale pur nella parodia. Sulla scena entrerà una famiglia napoletana contemporanea, i Barilotto, alle prese con una sequenza di problemi: innanzitutto il marito (e padre) defunto, poi i debiti da pagare a uno strozzino,  infine un figlio che a causa del nome con cui è stato battezzato, Amleto, è convinto di essere il principe di Danimarca.

Per guarirlo, i familiari danno ascolto a una sorta di intellettuale tuttofare,  “O’ Professore” che li convince a riprodurre l’Amleto di William Shakespeare, nella speranza di causare al giovane uno choc curativo. Così, mentre ogni componente della famiglia è vincolato agli altri, Amleto, il figlio senza padre, se ne sta in disparte come il protagonista shakespeariano ad alimentare un conflitto di dubbi e paure.  Intorno a lui, la vicenda dell’Amleto originario  diventa il canovaccio di una tragedia improbabile e tutta da ridere, in una distribuzione fallimentare di ruoli e di pesi, sullo sfondo di una famiglia strampalata a dir poco. Il tutto con un ritmo incalzante, che rimanda alla lezione di  Eduardo De Filippo e alla classica sceneggiata napoletana, in un girotondo di situazioni irresistibili, che in ogni tappa del tour che “Hamlet Trevestie” sta compiendo in Italia hanno ottenuto applausi. “Uno spettacolo coloratissimo”, come lo hanno definito gli stessi autori,  che dietro la risata disegna scenari assolutamente reali, occupandosi tra le altre cose di legalità e di criminalità organizzata.

Quanto alla compagnia, Punta Corsara è un caso unico nel panorama del teatro italiano perchè i suoi giovani attori arrivano per la maggior parte dai progetti nati per dare prospettive di riscatto creativo ai ragazzi di Scampia. In particolare,  dal progetto “Arrevuoto” realizzato tra il 2006 e il 2008 nelle periferie di Napoli.

La compagnia vanta ormai dieci anni di storia e di attività, spaziando dai percorsi di formazione, ai “mestieri” della scena e a spettacoli capaci di reinterpretare con intelligenza e disincantato umorismo la tradizione teatrale napoletana. Il risultato è che in pochi anni gli attori “corsari” sono approdati a una professionalità evidente, senza perdere l’energia e la freschezza che li caratterizzava agli inizi. Questo anche grazie anche ai maestri che hanno avuto, in particolare il regista Emanuele Valenti, che in una  serata tra commedia e un pizzico di tragedia all’inglese, aiuterà il pubblico bassanese a conoscere la tradizione della commedia napoletana. Il biglietto d’ingresso allo spettacolo costa 10 euro intero, 8 euro ridotto. Per informazioni è possibile telefonare  alla biglietteria di Operaestate festival allo 0424-524214.

Lorenzo Parolin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Sulla Valsugana il Tour de Dance
In “pista” oltre cinquanta artisti
Il dramma del
pensiero sospeso
in tre atti
A B.Motion teatro
va in scena
il talento veneto
“La bambina dei
fiammiferi”. In scena
con “Panta rei”
Pérez in “Becoming”
Cambia l’identità umana
Giacomelli virtuoso al pianoforte
Jazz a due sulla vita randagia della Merini
La carica dei 109 giovani talenti
dell’Asian Youth Symphony
Bassano, la capitale
del contemporaneo
grazie a “B.Motion”
«Merini, un genio
Nella sua poesia
nessuna barriera»
Marco Paolini
a Primolano con
il Tecno-Filò
Rosso Cappuccetto
al chiostro del
museo civico
La principessa
e Ludus Musicae
strappano applausi
“Il classico è un
viaggio” grazie
a Scarlini e Mesirca
Dessaran-Orizzonti
per raccontare la
storia armena
Il mistero di Mirandolina
don Giovanni insondabile
anche per Proxima Res
“Sapore di cinema”,
tre golosi...
assaggi
“Rampegare”,
dialogo tra uomo
e natura
"La locandiera"
di Proxima Res
con Granata
Il Giro del Mondo
in 80 giorni con
il Minifest
"Rampegare" in una
palestra di roccia
con i Dalla Via
Romeo e Giulietta
con Stivalaccio
Teatro
Intervista a Emma
Dante a Bassano
giov. 3/8
Prova eccellente
l'Amleto di
Punta Corsara
“Solo per
Bonotto” ironia
e complicità
Paolo Rumiz e
la European Youth
Orchestra
Il temporale
interrompe una
bella Lucia
"Hamlet Travestie"
rivede Shakespeare
per Operaestate
Un viaggio nella
mente della Lucia
di Donizetti
Tra l’immaginario
pop e il mito
classico
“Solo per Bonotto”
La danza si eleva
tra le opere d’arte
Bogino e i migliori
allievi, pianoforte
dall’eco russa
“Bolero Trip-tic”
scardina i classici
con l’innovazione
Con la Rambert
la danza
diventa “rock”
“Dance in Villa”
Assolo della Bolfe
l’Inverno si sgela
Il corpo è passione
“Plomb”di Brunelle
in prima nazionale