19 settembre 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il diario

27.04.2011

Se vuoi farti
la patente
ti basta
tradurla

Patente giapponese
Patente giapponese

Mia moglie è tornata l'altro ieri dalle zone vicine alla centrale nucleare colpite dallo tsunami... Ho visto alcuni video e sono rimasto senza parole. Le città, le strade: tutto distrutto.
Tutti hanno visto alcuni video in Tv, ma bene o male sono sempre i soliti che girano nelle reti giapponesi ed estere. Ho visto un video di un villaggio che praticamente non esiste più. Lo tsunami e le continue scosse hanno cancellato tutto e come quello ce ne sono molti altri.

Non è solo la devastazione, il problema. I soccorritori volontari devono affrontare diversi ostacoli causati dalla mancanza di risorse e di luoghi dove poter stare. La maggior parte dei piani di soccorso difatti sono organizzati in modo da occupare spazi aperti (anche tra le macerie) per montare gli accampamenti.

Le persone del luogo, inoltre, non sono abituate al contatto con gli stranieri, non solo di altri Paesi ma anche di altre città del Giappone. Quindi i volontari a contatto diretto con le persone del posto stanno dando priorità a quegli abitanti che magari hanno perso la famiglia o la casa.

La situazione al centro del Giappone è veramente complicata. Persone che ci sono andate per lavoro stimano almeno 10 o 15 mesi per riuscire a ritornare alla "quasi normalità".

Le scosse non smettono, andiamo avanti con una media di una scossa al giorno se non di più.

Ora il mio lavoro per il concerto di beneficenza sta procedendo, lento ma procede. Ho finito la seconda parte e ho cominciato la terza, inoltre ho fatto domanda per andare ad aiutare nelle zone colpite ma devo aspettare la risposta perchè sembra non essere così semplice.

Cambiando discorso, la settimana scorsa ho ricevuto la patente di guida giapponese: l'accordo tra Giappone e Italia per la patente di guida è molto semplice ma se qualsiasi italiano volesse cambiare la patente dall'italiana o europea a quella giapponese deve tener conto di alcuni punti.

Per il cambio non è richiesto nessun tipo di residenza e nessuna prova di guida in territorio nipponico, basta solo far tradurre la propria patente italiana in un apposito ufficio, pagare sui 30 euro e con la traduzione andare alla motorizzazione giapponese. Dopo tutto questo bisogna consegnare la propria patente italiana all'ambasciata italiana perchè una volta ricevuta la patente giapponese quella italiana non è più valida!

Per guidare in Italia dopo il ritiro della patente giapponese bisogna fare un'ulteriore traduzione all'ambasciata italiana dal giapponese all'italiano e a quel punto si otterrà sia la patente italiana che quella giapponese con il termine di scadenza della patente giapponese.
Alla prossima.
Mattia

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1