19 settembre 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Il diario

02.05.2011

Ecco
la Golden Week,
sette giorni
di festa

A Tokyo ora non si sente più tensione nell'aria e nelle persone, le scosse continuano ma oramai non ci fa più caso nessuno. Il problema radiazioni non è ancora risolto ma non sta nemmeno peggiorando. Nei supermercati ora si può comprare di tutto, acqua compresa.
Ieri sono andato nella riva del fiume Tama, 20 minuti da Tokyo, dove io ed alcuni amici abbiamo fatto una grigliata. C'erano un sacco di persone, tutti in gruppi diversi e una cosa che mi ha colpito è che abbiamo dovuto pagare per il nostro posto una cosa come 5 euro a persona... Non so come funzioni in Italia ma quando vivevo a Berlino o in Brasile mi ricordo che organizzavamo barbecue in qualsiasi posto senza pagare. Ma alla fine non mi è dispiaciuto perché comunque il posto era pulitissimo quindi molto piacevole.
L'estate sta arrivando con il suo caldo afoso, già di notte non riesco a dormire ma mi abituerò anche a questo. Il Giappone è troppo bello e affascinante per decidere di andarmene solo per il caldo!
Quando vivevo a Berlino mi ero innamorato della città, però non abbastanza per decidere di restarci. Berlino è una città magica in tutti i sensi, molto difficile da spiegare a parole, le persone possono capirlo solo abitandoci. Ma per me questa magia dopo un po' di tempo non bastava più. E poi il tedesco è una lingua che non riesco a sopportare. La cosa più difficile da sopportare però era il clima: nove mesi di inverno, freddo, vento e colori che variavano dal grigio bianco al nero.
Una cosa che mi manca invece di Berlino sono i tre mesi di estate e primavera che avevo perché, come si può immaginare, dopo tutto quel tempo a soffrire per il freddo, quando arrivava la primavera era un risveglio del corpo, dei sensi e della mente.
Berlino è stata una esperienza molto utile, interessante e divertente che suggerisco a tutti di fare. Ma il Giappone è veramente una cosa a sé, con il suo inverno soleggiato, le persone che lo popolano e la vita che conducono (anche se a volte un po' estrema), la natura (quando si ha la fortuna di trovarla) affascinante,  le città come Tokyo che sotto molti punti di vista sono strane e interessanti. Per esempio le città grandi sono tutte super tecnologiche ma hanno ancora i fili della luce e del telefono scoperti in disordine, e passano molto bassi sulle strade. Infine la lingua e la scrittura che mi affascina. Il Giappone, come bene o male tutta l'Asia, è molto difficile da capire e io penso che una delle chiavi per entrare in queste culture sia proprio la lingua e la scrittura.
Ora in Giappone c'è una festa nazionale chiamata Golden Week (settimana d'oro) e tutto il territorio Giapponese sarà teatro di Festival tradizionali, culturali e musicali. Tutto sarà svolto all'aperto. La Golden Week in realtà racchiude numerose feste: quella dei lavoratori, l'anniversario della Costituzione, l'anniversario dell'impero di Showa (era precedente all'attuale), la Festa dei bambini e la Festa della mamma. Questa settimana andrò a visitare l'isola di Okinawa, famosa per le battaglie della Seconda Guerra Mondiale.
Alla prossima,

Mattia

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1