06 agosto 2020

Speciali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Chi è Mattia

25.03.2011

Una vita da musicista
da Recoaro a Tokyo

Mattia D'Ambros, da Recoaro a Tokyo per amore di una donna e della musica
Mattia D'Ambros, da Recoaro a Tokyo per amore di una donna e della musica

Tokyo. Mattia D'Ambros ha 24 anni, è nato a Berlino ed è cresciuto a Recoaro. Ha studiato musica a Milano, ha vissuto in Brasile per un po' di tempo, poi a Berlino e ora da novembre 2010 vive a Tokyo dove fa il compositore musicale. E dove ha vissuto minuto per minuto tutto quello che è successo dopo il terremoto che l'11 marzo ha cambiato la vita di milioni di giapponesi. Dallo tsunami alla centrale nucleare di Fukushima 1 impazzita.

Dal suo appartamento nel quartiere di Suginami-ku, dieci minuti dal centro di Tokyo e 240 chilometri dalla centrale di Fukushima, assieme alla moglie giapponese vede in diretta la quotidianità di una megalopoli dove si vive con l'inquietudine atomica. Una nuova esplosione, il vento che cambia, un temporale: e l'aria e l'acqua di Tokyo possono diventare un veleno. Per 35 milioni di persone.

La moglie lavora per un’associazione buddista e fa video-montaggio: la catastrofe le ha aumentato il lavoro. Lui si guadagna da vivere facendo il musicista. Vorrebbe continuare e ha scelto di restare. Se volete sentire i suoi lavori potete andare a questo indirizzo oppure alla sua pagina facebook.

Abbiamo chiesto a Mattia di farci una specie di "diario da Tokyo". Una serie di appunti sulla vita quotidiana sua e della città a 250 km dall'uranio che bolle nei reattori. iUn registratore di quello che succede, di cosa fa e dice la gente, di come cambiano (o non cambiano) le abitudini, di cosa si legge sui giornali o si vede in tv. Sulle strade e nei negozi, negli uffici e sul pianerottolo di casa. Perché oggi a Tokyo si vive una vita strana, sospese tra il ritorno alla normalità e la catastrofe incombente.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1