14 dicembre 2019

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

29.03.2019

Omega tre,
perché tutti
ne parlano?

A cura di Publiadige

Omega tre, perché tutti ne parlano?
Omega tre, perché tutti ne parlano?

Se ne parla un po’ ovunque, gli stessi medici ne consigliano vivamente un’assunzione periodica: gli omega tre sono chiacchieratissimi ma pochi ne conoscono le caratteristiche e, soprattutto, i benefici per l’organismo. Andiamo a chiarire qualche punto fondamentale, sottolineando ancora una volta che alla base di tutto deve esserci sempre e comunque uno stile di vita salutare e privo di diete ipocaloriche.

Prima di capire dove trovare gli omega 3 e conoscere i benefici per la salute, vale la pena poi ricordare che parliamo di un particolare tipo di acidi grassi (esistono anche gli omega 6 e omega 9) che il nostro organismo non riesce a produrre da sé. Ecco, allora, che si rende necessaria un’assunzione tramite una dieta bilanciata e focalizzata su alcuni elementi.

Il pesce è la fonte più rilevante di omega-3

Il pesce azzurro è la fonte in natura che più può apportare omega-tre al corpo umano. Parliamo in particolare di tonno, sgombro, acciughe, sarde e salmone anche se ci sono anche particolari tipi di pesci magri (come ad esempio spigola e merluzzo) che sono ugualmente ricchi di questa sostanza.

L’olio d’oliva, assieme all’olio di semi di lino, è un’altra buona fonte di omega tre, così come le verdure a foglia verde come possono essere rucola e spinaci. Non solo, nell’elenco è presente anche la frutta secca, con le noci in primissima fila (occhio, però, anche a mandorle e arachidi), senza dimenticare i semi di chia, i semi di lino e i semi di zucca. Più nel dettaglio, molti nutrizionisti suggeriscono di mangiare almeno due volte alla settimana una delle varietà di pesce sopraelencate. In ogni caso, c’è la possibilità di inserire nella dieta alimenti forse troppo spesso sottovalutati.

I benefici principali degli omega tre

Sono davvero tante le proprietà di questi acidi grassi che per prima cosa sono considerati degli ant-infiammatori naturali per eccellenza. A tal proposito, il discorso sfocia poi nella prevenzione delle malattie croniche: spesso, infatti, queste dipendono da infiammazioni “latenti” (che non superano cioè la nostra soglia del dolore) che però continuano nella loro azione deleteria nei confronti degli organi attaccati.

Ma l’altra grande caratteristica benefica degli omega tre riguarda la prevenzione di problemi relativi all’apparato cardiocircolatorio. Al di là dei benefici diretti per il cuore, c’è infatti una forte riduzione dei livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue. Tradotto, un minor rischio di subire infarti o ictus.

Gli omega tre, inoltre, sono particolarmente indicati per la salvaguardia del tessuto nervoso (diverse malattie neurodegenerative possono essere evitate), mentre anche occhi e fegato subiscono delle conseguenze positive dall’assunzione costante di questi acidi grassi.

Per continuare e per chiarire una volta per tutte l’importanza di questa sostanza: effetti positivi si registrano anche in soggetti che soffrono d’asma o di allergie varie, nelle diete finalizzate a perdere peso, nelle persone che soffrono d’insonnia e, udite udite, anche nella qualità dei capelli. Senza dimenticare anche numerosi benefici apportati al feto e alle donne in gravidanza (meno rischi di parto prematuro e miglior sviluppo di vista e cervello).

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1