09 dicembre 2019

Redazionali

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

16.10.2019

Bonus stufe a pellet 2019:
agevolazioni fiscali sull’Irpef

A cura di Publiadige

Bonus stufe a pellet 2019: agevolazioni fiscali sull’Irpef
Bonus stufe a pellet 2019: agevolazioni fiscali sull’Irpef

Il Decreto Crescita 2019 ha stabilito il bonus stufe a pellet, di cui possono usufruire alcuni contribuenti mediante una detrazione o uno sconto in fattura. La stufa a pellet costituisce un sistema di riscaldamento molto simile a quella che può essere considerata la tradizionale stufa a legna. Tuttavia come sistema di riscaldamento domestico è sempre più utilizzato soprattutto per i vantaggi ambientali che riesce a mettere in atto. Come combustibile infatti la stufa a pellet utilizza il pellet, un prodotto ecologico che viene ricavato dagli scarti di lavorazione del legno. La stufa a pellet viene molto utilizzata anche perché il combustibile che utilizza è piuttosto economico. In generale comporta dei bassi costi di gestione e dei consumi ridotti.

In che cosa consiste il bonus stufe a pellet

In commercio esistono vari modelli di stufe a pellet. Ciascuno di noi può scegliere quello che corrisponde maggiormente alle personali esigenze. I contribuenti che acquistano una stufa a pellet possono beneficiare di alcune agevolazioni fiscali, per ottenere un importante sconto Irpef sul costo complessivo di questo sistema di riscaldamento.

In particolare le detrazioni ammontano al 50% o al 65% della spesa totale. La differenza delle percentuali consiste nel fatto che, se l’acquisto della stufa avviene in seguito ad una ristrutturazione edile, si può avere la detrazione del 50%. Se, al contrario, l’acquisto della stufa a pellet viene realizzato per accrescere l’efficienza energetica dell’abitazione, si può avere una detrazione Irpef del 65%.

In quest’ultimo caso gli interventi di riqualificazione energetica devono essere documentati e dimostrati da un tecnico qualificato. Il criterio da adottare è rappresentato dal fatto che il rendimento energetico ottenuto con la stufa a pellet deve essere superiore all’85%.

Il limite massimo di spesa detraibile corrisponde a 30.000 euro. Ci sono però alcuni requisiti importanti che devono essere rispettati per usufruire dell’ecobonus 2019. Vediamo di quali si tratta.

I requisiti da rispettare

Per poter ottenere l’ecobonus 2019, le norme stabiliscono alcuni requisiti importanti da possedere. Del primo abbiamo già parlato: si tratta del rendimento utile nominale più alto dell’85%. Gli altri requisiti consistono per esempio nell’uso di biomasse combustibili nel rispetto dei limiti di emissione secondo ciò che ha stabilito il decreto legislativo 152 del 2006 o secondo ciò che è stato definito dalle delibere regionali.

Inoltre un altro requisito importante è rispettare per le porte e per le finestre i limiti massimi di trasmittanza termica, secondo i parametri definiti dal decreto legislativo 192 del 2005.

I documenti e come pagare

I contribuenti che vogliono beneficiare della detrazione della spesa per le stufe a pellet e che quindi vogliono avere a disposizione l’agevolazione fiscale del 50% o del 65% devono anche seguire delle altre regole stabilite dall’Agenzia delle Entrate.

In maniera particolare queste regole riguardano il metodo di pagamento per l’acquisto della stufa. Il pagamento deve avvenire attraverso il cosiddetto bonifico parlante, un tipo di documento in cui devono essere indicati alcuni dati fondamentali e che sono obbligatori: dati anagrafici di chi acquista e di chi vende e causale di versamento.

In particolare, da questo punto di vista, nel bonifico deve essere inserito il riferimento alla norma. Inoltre il contribuente ha l’obbligo di trasmettere all’ENEA la dichiarazione del produttore che riguarda le capacità termiche della stufa a pellet, il tutto entro 90 giorni da quando sono stati completati i lavori di installazione.

Il contribuente deve produrre e conservare tutta una serie di documenti che possono essere richiesti per controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. È importante avere il certificato di conformità e il bonifico che dimostra l’acquisto.

Soltanto rispettando tutte queste condizioni è possibile usufruire dell’ecobonus 2019, per trarre le dovute agevolazioni fiscali del 50% o del 65%.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1