domenica, 18 agosto 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

26.06.2015

Lumache vincenti

L’Europa che non vogliamo. Che cos’è l’Europa? Oggi come oggi, viene in mente la definizione che il Cancelliere austriaco Von Metternich diede dell’Italia durante il Congresso di Vienna nel 1814: «È una espressione geografica, una qualificazione che riguarda la lingua, ma che non ha il valore politico che gli sforzi degli ideologi rivoluzionari tendono ad imprimerle». Nel caso dell’Europa, basta sostituire alla parola “lingua” la parola “finanza” e la definizione calza a pennello. I “rivoluzionari”, oggi, sono coloro che continuano a credere nella possibilità di creare un’unione dei popoli nonostante tutto faccia propendere per un fallimento. La discussione sulla permanenza o meno della Grecia nella Ue è considerata solo ed esclusivamente sotto il profilo economico e valutario, quasi che lasciare fuori dall’Europa la terra che è stata la culla della civiltà occidentale sia un elemento insignificante. Non è questa l’Europa che sognavano gli europei, consegnata a burocrati ottusi e funzionari ignoranti di tutto tranne che delle tabelline. Ma i funzionari europei non sono tutti così: c’è un bassanese che ha lavorato nella Comunità europea a Bruxelles per anni, e ora ha scritto un vero e proprio trattato su tutti gli errori fatti nella costruzione di questa Unione e tutte le cose che si dovrebbero e potrebbero ancora fare per salvare il sogno. In questo numero di Cats raccontiamo il suo progetto, che chi ha buon senso non può che condividere.

di Ario Gervasutti

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Essendo necessario garantire al Paese la manovra finanziaria sembra scontato ricorrere a un governo tecnico. Quando pensi sia giusto andare al voto?
ok

Sport