06 luglio 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Finestra sul mondo

24.05.2020 Tags: Vittorio Brumotti , Brumotti aggredito

Brumotti nuovamente aggredito mentre filma lo spaccio. E Fdi lo candida per l'Ambrogino d'Oro

I soccorsi a Brumotti
I soccorsi a Brumotti

«Sono stato aggredito da un gruppo di spacciatori. Mi hanno colpito al volto in modo violento». Così l’inviato di Striscia la notizia, Vittorio Brumotti, racconta l’aggressione subita nella serata di ieri. Il tutto si è svolto in una delle zone più centrali di Milano, Porta Venezia. L’inviato stava documentando lo spaccio a Milano in sella alla sua bicicletta quando è stato aggredito da un gruppo di pusher che lo hanno colpito con un bastone; Brumotti ha perso conoscenza per qualche istante, poi è stato soccorso e ricoverato in ospedale. «Le forze dell’ordine e gli operatori sanitari sono immediatamente intervenuti e mi hanno portato all’ospedale Niguarda. Voglio rassicurare tutti: sto bene e ho firmato per tornare a casa. Hanno provato ancora una volta a intimidirmi, ma anche questa volta non mi fermeranno», ha aggiunto.

 

 

FDI LO CANDIDA PER L'AMBROGINO D'ORO. Andrea Mascaretti, rappresentante di Fratelli d’Italia a Palazzo Marino, ha candidato ufficialmente Vittorio Brumotti per l’assegnazione della Civica Benemerenza. Il più importante riconoscimento della Città di Milano. Le motivazioni: «Vittorio Brumotti, cittadino milanese, già noto al grande pubblico per aver compiuto incredibili imprese sportive per le quali è entrato dieci volte nel Guinness dei Primati, da quando è diventato inviato di Striscia la Notizia, ha partecipato attivamente alla lotta contro la criminalità denunciando attraverso i suoi servizi televisivi situazioni di degrado e di spaccio nelle principali città italiane. Grande è stato suo impegno per rendere più sicura la città di Milano, denunciando con i suoi servizi la presenza di numerose zone controllate dagli spacciatori, dove il controllo del territorio da parte di bande criminali è tale da avvenire durante il giorno sotto gli occhi di cittadini e turisti e ricevendo per questo motivo minacce e aggressioni. In più occasioni è stato infatti aggredito con violenza da parte di membri delle organizzazioni criminali dedite allo spaccio nella Città di Milano: insieme alla sua troupe televisiva davanti alla stazione Centrale di Milano, in via Gola e infine in Corso Venezia il 23 maggio 2020».

 

dadas

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1