23 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

05.04.2014

Vino, la presenza sui «social» è la chiave verso il successo

Assaggi al Concorso enologico di Vinitaly. I «social» intercettano i gusti del pubblico
Assaggi al Concorso enologico di Vinitaly. I «social» intercettano i gusti del pubblico

Aziende del vino, il successo sui mercati internazionali passa attraverso internet. «Quello fra vino e social media è un matrimonio perfetto», osserva Paolo Errico, amministratore delegato di Maxfone srl (www.maxfone.it), società di Ict (Information & communication technology) specialista nella comunicazione digitale e nell'analisi della web reputation.
La presenza sui social media ha un ruolo fondamentale in tre direzioni: la relazione diretta con i clienti (e potenziali clienti), il posizionamento sui motori di ricerca (Google in testa) e la conoscenza di gusti, tendenze, caratteristiche e preferenze del pubblico di consumatori. «Le aziende devono affrontare un cambio culturale, che li proietta in prima linea nel web nella creazione e veicolazione di notizie e contenuti su diversi media», fa notare Errico, che collabora con il Dipartimento di Economia Aziendale dell'Università di Verona e con la professoressa Paola Signori, docente di Economia e gestione delle imprese, per una ricerca sull'analisi comportamentale dei fruitori dei social media nel mondo del vino.
«Un altro fattore determinate è il dialogo tra utenti ed azienda», osserva Errico. «Oggi aziende e clienti finali parlano tra loro allo stesso livello: questo obbliga le aziende a porsi in modo diverso, soprattutto in termini d'ascolto. Ce lo dicono le analisi di SocialMeter, la nostra piattaforma di ascolto».
L'ANALISI DI MAXFONE. «C'è la volontà delle imprese legate al vino di mettersi in moto, ma con forte ritardo», risponde Errico. «Un esempio? Su 78 Consorzi del vino, che dovrebbero fare della promozione uno dei punti principali, solo 36 sono presenti su Facebook con un pagina certifica, solo 30 sono presenti su Twitter e solo 7, hanno attivato un programma di digital integration». Proprio per preparare le imprese, Maxfone organizza con Tiziana Recchia di OpenUp by Cassiopea (www.openupbycassiopea.com) il corso «Media Tutor» sulla comunicazione digitale integrata, a 360 gradi.
«L'analisi dei social media e dei comportamenti online degli utenti garantisce le migliori chance di successo: fornisce in tempo reale informazioni sui bisogni, i trend, le necessità dei consumatori; e i possibili gusti del futuro», osserva l'amministratore di Maxfone.
CANTINE E SOCIAL MEDIA. Proprio per misurare l'impegno nella comunicazione online, Maxfone ha condotto un'analisi sulle 100 Cantine italiane selezionate da WineSpectator per OperaWine, l'iniziativa di Vinitaly che premia le migliori produzioni vitivinicole italiane. Sono state analizzate le presenze sui più importanti e diffusi social media: da Facebook a Twitter, da Youtube a Linkedin a Google+, da Instagram a Pinterest, a Flickr. Secondo l'analisi di Maxfone, delle 100 Cantine prese in esame, più del 70% è presente su Facebook e Twitter con un account: 72 cantine con una pagina ufficiale su Facebook e 72 cantine con un account su Twitter. Il 30% degli account Facebook presenti (22 su 72), però, è costituito da pagine non certificate; inoltre alcune cantine utilizzano account privati che non sono stati considerati. L'analisi di Maxfone, va sottolineato, viene fatta su fonti pubbliche; e considera solo i profili social che sono riconducibili in modo esplicito alla cantina.
Sono 64 le cantine presenti su Google+ (il social network di Google); 57 sono su Youtube (il motore di ricerca per la condivisione dei video); 30 sono su Linkedin (il social network professionale); 28 su Pinterest (sito di condivisione di foto); 25 su Instagram (foto) e 19 su Flickr (foto). Se guardiamo alla «digital integration», di media ogni cantina utilizza 3,63 social media. Si tratta di un valore quantitativo, specifica Maxfone, che non esprime valutazioni sul numero di attività e/o engagement nella comunicazione online.
Il 4% delle 100 Cantine analizzate da Maxfone è presente su otto social, il 7% su sette social media, il 13% su sei social, il 19% su cinque social, l'11% su quattro social, 12% su due social, l'11% su un social e il 14% su nessun social media. Quali sono le cantine più presenti sui social? «Arnaldo Caprai, il Marchese de' Frescobaldi, Mionetto e Planeta», spiega Errico. «Tutti presenti su otto social media».

Maurizio Corte
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1