21 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

05.04.2014

In Veneto +40% la produzione dell'extra vergine

Olio extravergine di oliva prodotto nell'area del Nordest
Olio extravergine di oliva prodotto nell'area del Nordest

L'olivicoltura di nicchia, da alto reddito, proviene dal NordEst. È distribuita in quattro regioni, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige-Alto Garda e Friuli Venezia Giulia e arriva dai territori di dieci province raggruppati in tre distinti consorzi: è la produzione denominata Garda dop (i soci della zona di produzione Garda Orientale dop sono 331, i soci della zona di produzione Garda Bresciano dop sono 107, i soci della zona di produzione Garda Trentino dop sono 46.), Veneto dop (Il Consorzio di tutela garantisce l'Origine protetta per produzioni selezionate, un marchio a tutela e sicurezza delle tre zone: Valpolicella, Euganei e Berici, Del Grappa) e Tergeste dop che interessa l'area di Trieste compresa tra i territori dei comuni di Duino-Aurisina e di Muggia.
Considerata un'eccellenza dell'olivicoltura, è una realtà economica che conta su più di 8.000 produttori con 7.000 ettari di oliveto in produzione. Facendo riferimento agli ultimi dati di vendita emerge che in questa parte della penisola italiana vengono venduti mediamente, attraverso la grande distribuzione organizzata, circa 35milioni di litri di extravergine per un corrispondente valore di 145 milioni di euro. Con particolare riferimento alle Dop, nel 2013, sono stati circa 980mila i litri di olio venduti, per un valore di 10 milioni di euro. L'olio prodotto, considerato di qualità eccellente, trova sbocchi soprattutto nel Nord Europa, dove incontra maggiormente i gusti dei consumatori, riuscendo a spuntare prezzi maggiori rispetto alla media nazionale degli oli a denominazione, con una quotazione all'origine, per la Dop Garda, che si aggira intorno ai 9,25 euro al chilogrammo, iva esclusa. Una tendenza positiva, sicuramente da incentivare, attraverso adeguate politiche di supporto.
Per quanto riguarda la campagna produttiva in corso, secondo i dati dell'Unaprol, il consorzio olivicolo italiano, che raggruppa al suo interno 550mila produttori, si evidenzia una crescita a due cifre in tutte le regioni che concorrono alla Dop Garda. Lombardia e Trentino si stimano al +35% rispetto al 2012, mentre si sale al +40% per il Veneto, dopo la forte riduzione avvenuta lo scorso anno. Si stima infatti che il livello produttivo in Regione sarà pari, circa, a 888 tonnellate di olio in progressione notevole rispetto alla campagna precedente.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1