23 settembre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

03.04.2014

Concorso enologico, a Verona uno dei sei maggiori premi

Degustazioni del 21°Concorso enologico  internazionale di Vinitaly
Degustazioni del 21°Concorso enologico internazionale di Vinitaly

Su sei premi «Denominazione di origine 2014», assegnati quest'anno dal 21° Concorso enologico internazionale (Verona, 27-31 marzo), il Veneto ne porta a casa tre, conquistati dalla veronese Tenuta Sant'Antonio di Colognola ai Colli e dalle trevigiane Antonio Facchin e Figli società agricola di San Polo di Piave e Ca' Salina di Bortolin Gregorio di Valdobbiadene. In tutto, il Veneto, presente con 634 vini iscritti, si è aggiudicato 15 medaglie e 106 Gran Menzioni.
Con 73 medaglie assegnate, su quasi 3000 campioni esaminati provenienti da 30 Paesi, il Concorso enologico internazionale, considerato la «coppa del mondo» del vino di Vinitaly si conferma anche quest'anno come il più selettivo e rigoroso al mondo. Il concorso è organizzato da Veronafiere in collaborazione con Assoenologi, con il patrocinio della Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo, del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, del ministero dello Sviluppo economico e dell'Union Internationale des Oenologues.
Quasi 3.000 i vini valutati da 21 commissioni. Attribuito anche il Premio Speciale «Vinitaly Nazione 2014» che quest'anno va in Italia (Cantine Due Palme Soc. Coop. Agricola - Cellino San Marco), Germania (Divino Nordheim Thüngersheim EG - Nordheim-Bayern) e Romania (Murfatlar Romania S.A. – Murfatlar).
A conquistare il massimo riconoscimento del 21° Concorso enologico internazionale con il Premio Gran Vinitaly 2014, la Cavit S.C. di Trento che ha ottenuto il maggior punteggio con due medaglie conseguite in gruppi diversi. Vini tranquilli, vini frizzanti e vini spumanti sono le tre categorie di classificazione dei quasi 3.000 campioni arrivati da 30 Paesi, anonimizzati prima della competizione, e sottoposti al vaglio delle 21 commissioni di valutazione, presiedute da Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi e presidente del Comitato nazionale vini del ministero dell'Agricoltura, che di recente ha osservato come «molto rimane da fare per unire maggiormente il settore, trovando soluzioni comuni nella logica che il concorrente non è più la regione o il paese vicino ma il mondo e che pertanto a livello nazionale bisogna capire che uniti si vince».
Per Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere «la competizione rappresenta per le aziende che vi partecipano una importante leva per il marketing, non solo per le vincitrici di medaglie, meno del 3% sul totale dei campioni in assaggio, ma anche per quelle che hanno ottenuto la Gran Menzione». I vini premiati dal 21° Concorso Enologico potranno fregiarsi di una speciale etichetta identificativa. La classifica completa 2014 è disponibile su http://www.vinitaly.com/areaEspositori/concorsiVinitaly/sel/2.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1