25 maggio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Viaggi & Turismo

07.05.2019

Matera, 280 mila
candidati per salvare
il borgo disabitato

Il paesino di Grottole, vicino a Matera  (Foto Airbnb
Il paesino di Grottole, vicino a Matera (Foto Airbnb

Oltre 280 mila persone da tutto il mondo per salvare il piccolo borgo di Grottole. Sono tanti i candidati pronti a fare le valigie e trasferirsi per salvare il paese nei dintorni di Matera dallo spopolamento. Tanto da lasciare di stucco gli stessi abitanti.

 

L’iniziativa Italian Sabbatical, ideata da Airbnb e promossa dalla onlus Wonder Grottole, offrirà la possibilità di trasferirsi tre mesi, diventando volontari per l’associazione impegnata a rilanciare
un centro storico bellissimo ma che conta purtroppo solo 300 abitanti e 600 case, che rischia di sparire. Ad essere scelti per la loro motivazione a intraprendere il viaggio e per la loro disponibilità a condividere le proprie capacità professionali dopo una dura selezione sono stati 5 volontari (3 uomini e 2 donne) con esperienze diverse (sono un pompiere, una fotografa, una guida culturale, un ingegnere e un insegnante).

 

Ad arrivare a Grottole il 5 giugno saranno Pablo Colangelo (35 anni), Anne Tachado (24), Helena Warren (45), Remo Sciubba (62) e Darrell Pistone. Gli ospiti impareranno come gestire un orto, le grotte (da cui il nome del paese, una Matera in miniatura) dove sono ospitate le cantine e racconta del progetto "adotta un filare" per convincere la gente del posto a non dismettere la viticoltura, attività troppo impegnativa ormai per i pochi rimasti.

Da giugno a fine agosto, i cinque volontari cambieranno così la loro vita, lavorando fianco a fianco con i membri della comunità locale e con la onlus Wonder Grottole per restituire a nuova vita il pittoresco centro storico.

 

 

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1