07 agosto 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Viaggi & Turismo

14.09.2014

Le mandrie invadono il Primiero

In alto le coccarde colorate che decorano gli animali alla Desmontegada. Qui sopra le case tipiche di Mezzano con tetti sporgenti e cortili
In alto le coccarde colorate che decorano gli animali alla Desmontegada. Qui sopra le case tipiche di Mezzano con tetti sporgenti e cortili

Sfiorati da una delle più frequentate vie del turismo dolomitico, quella che porta a San Martino di Castrozza e al Passo Rolle, e coronati da uno dei più emozionanti paesaggi delle Dolomiti, i paesi del Primiero nascondono un paio di rari gioielli storico-etnografici: le architetture spontanee d'un tempo, in legno e pietra, particolarmente concentrate e ben conservate a Mezzano; e gli antichi dipinti murali a tema sacro, che decorano le vecchie case soprattutto a Sirór.
Un'occasione buona per andare a vederli - sfidando l'affollamento della gran festa per il ritorno a valle delle mandrie - è in calendario nell'ultimo fine settimana di settembre, dal 25 al 28.
Sarà il week-end della Desmontegada con partenza da Siror alle 10.30 del 28: con i primi freddi vacche da latte, manze, vitelli e cavalli ritornano nelle stalle dopo che per loro è finito il lungo periodo - oltre tre mesi, quest'anno particolarmente bagnati - dell'alpeggio trascorso nelle malghe di alta quota, tra i pascoli ricchi di erbe aromatiche. (...)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

Antonio Trentin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1