19 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

16.07.2019

Nuovo gioco social: tutti pazzi per l'app che invecchia

Un nuovo gioco che ha contagiato anche i vip sta invadendo le bacheche dei social: invecchiare il proprio volto, in controtendenza con i tempi. È possibile grazie a FaceApp, un'applicazione disponibile su App Store e Google Play Store che grazie ad un'aggiornamento con le tecnologie di Intelligenza Artificiale offre una trasformazione digitale abbastanza realistica.

 

Dopo aver scaricato l'app basta scattarsi una foto o prenderla dalla propria galleria di immagini e in pochi click è possibile modificare il volto, modificando l'acconciatura, invecchiando o ringiovanendo i tratti somatici, ma anche riuscendo a trasformarci in uomini o donne. Anche le celebrities sono state contagiate dal gioco, tanto che è diventato virale l'hashtag #FaceAppChallenge.

 

«Abbiamo sviluppato una nuova tecnologia che sfrutta le reti neurali per modificare in maniera realistica il volto nelle foto», ha spiegato al sito TechCrunch il fondatore e Ceo Yaroslav Goncharov. All'aspetto ludico si uniscono però i dubbi sulla privacy. Alla perplessità di far circolare troppe immagini personali sulle piattaforme social, nella pagina dell'app dedicata all'uso delle informazioni si legge che «potrebbe condividere i contenuti e le informazioni degli utenti con le aziende che fanno parte del gruppo di società di FaceApp». Politica e termini d'uso comuni a tante aziende a cui però bisognerebbe prestare sempre più spesso attenzione.     

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1