22 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

25.10.2018

Amazon, intelligenza
artificiale etica

Amazon, intelligenza artificiale etica
Amazon, intelligenza artificiale etica

“L’intelligenza artificiale porta molti benefici alla società e deve essere etica. Quando si prendono decisioni al posto degli utenti bisogna prenderle in modo che siano giuste e nel rispetto della diversità”. Parola di Ralf Herbrich, direttore del centro di Sviluppo e Ricerca di Amazon a Berlino, alla guida del team mondiale di Seattle che si occupa di ‘machine learning’, l’apprendimento automatico dei computer, il trend più dilagante del settore tecnologico. L’intelligenza artificiale è il cuore di Alexa, l’assistente personale dell’azienda statunitense ma sviluppato in Europa, che ad un nostro comando vocale è in grado di riprodurre musica e audiolibri, fornire previsioni meteo e informazioni su traffico, cercare notizie e ricette di cucina, impostare allarmi e la temperatura di casa. Lanciata nel 2014 solo su dispositivi Echo di Amazon, una sorta di altoparlanti, questa tecnologia è stata assorbita da numerose aziende, attualmente è a bordo di 20mila dispositivi, anche pc, auto e auricolari. Alexa al momento è disponibile solo in inglese e tedesco, ma entro “l’anno arriverà anche in Italia”, assicura Herbrich all’ANSA. “Il linguaggio umano continua ad essere una sfida per il computer, in Europa è una sfida ancora maggiore perché ci sono 20 lingue e culture diverse”, sottolinea il ricercatore.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1