22 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

11.10.2018

È tutto italiano il linguaggio
che fa parlare i robot tra loro

È tutto italiano il linguaggio che fa parlare i robot tra loro
È tutto italiano il linguaggio che fa parlare i robot tra loro

La robotica sta andando nel prossimo futuro verso frontiere che un tempo sarebbero state etichettate come fantascientifiche. Oltre che con gli uomini, i robot stanno infatti imparando a interagire e a collaborare anche fra loro.

Linguaggio italiano

In Italia, presso l’Istituto Italiano di tecnologia (Iit), si sta mettendo a punto il linguaggio che utilizzeranno. Il linguaggio è stato testato su due robot umanoidi e ha permesso a uno di aiutare l’altro ad alzarsi da una sedia. La ricerca è condotta nell’ambito del progetto europeo An.Dy, il cui responsabile scientifico per l’Iit è Daniele Pucci, ed è pubblicata sul sito arXiv.

Obiettivo del progetto

“L’obiettivo del progetto è quello di creare algoritmi di intelligenza artificiale affinché i robot umanoidi riescano a collaborare con l’uomo e fra di loro”, ha detto all’agenzia Ansa Daniele Pucci.

Primo passo

Il primo passo della ricerca, ha aggiunto, “è stato far collaborare i robot con gli esseri umani”, che è la base per “arrivare alla collaborazione tra robot e robot”. Dopo i risultati ottenuti lo scorso anno sulla collaborazione tra robot e uomo, i ricercatori hanno “esteso gli algoritmi di intelligenza artificiale in modo che il robot riesca a collaborare anche con gli altri robot”. Collaborare, ha aggiunto anche l’esperto, “significa portare a termine un compito assieme e per farlo bisogna che i robot si scambino informazioni”. A tal fine i ricercatori hanno “definito le equazioni di intelligenza cognitiva e motoria che regolano il movimento congiunto di due robot”.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1